lunedì 15 ottobre 2018

BRINDISI SI AGGIUDICA IL PRIMO DERBY DELLA STAGIONE, BATTENDO NETTAMENTE PESARO

Nella foto, coach Vitucci è impegnato in un time-out con i suoi giocatori

L'Happy Casa Brindisi si è aggiudicato con pieno merito il derby dell'Adriatico superando nettamente (88-73) la Victoria Libertas Pesaro di coach Massimo Galli, avversario ormai tradizionale e sempre agguerrito. Ma questa volta Pesaro è stata messa subito a tacere tranne che nei minuti iniziali del 1° quarto, quando è emersa la scarsa preparazione della squadra a causa dei numerosi acciacchi che avevano colpito nel corso della settimana alcuni giocatori.  Concetto ribadito nel dopogara da coach Vitucci: "Soprattutto nella prima parte si è visto che in questa settimana la squadra ha lavorato a singhiozzo, perché abbiamo rifatto cinque contro cinque solo sabato mattina da martedì e questo lo si è visto nei tanti errori che abbiamo commesso nell’arco della partita. ‘ molto importante vincere, così come difendere bene come successo nella seconda parte di gara rispetto alla prima. In questo sport non ci si inventa niente e bisogna anche aggiungere un poco di emozione da parte di qualche ragazzo nuovo. Comunque guardiamo avanti con fiducia”.

Al battesimo del primo successo hanno preso parte quasi tutti i giocatori schierati, soprattutto Riccardo Moraschini, MVP dell'incontro (16 punti e 20 di valutazione complessiva), autentica sorpresa della partita, come pure ha ammesso ancora Vitucci: Parlo poco dei singoli, ma Riccardo ha dato qualità alla squadra giocando una gara intelligente. Lo abbiamo utilizzato anche da play, ed era una cosa provata e possiamo pensare di farla ancora altre volte”
Su livelli di assoluta eccellenza si sono pure esibiti i due americani Brown (17 punti, 10 rimbalzi e 22 punti di valutazione) e Chappell (18 punti e 22 di valutazione), mentre l'altro statunitense Gaffney si è esibito soprattutto in fase di suggerimento (7 assist) e di dominio dei tabelloni (10 rimbalzi), venendo a mancare soltanto nella fase risolutiva (1/7 al tiro). Banks, invece, ha lavorato molto in difesa tirando poco ma bene (12 punti, con 4/6 al tiro da tre punti). Clark è andato un po' a corrente alternata (9 punti), imitato in questo da Rush (9 punti), mentre il pivot Woiciekovski (5 punti) è stato utilizzato nel 1° quarto confermandosi ancora in ritardo nella preparazione.
Insomma, si sono potuti apprezzare momenti di assoluto buon gioco insieme a qualche altra fase meno produttiva, ma soltanto nella fase iniziale della gara.
Fra sette giorni Brindisi tornerà nuovamente al Pentassuglia per la 2^ gara casalinga consecutiva, questa volta contro Sassari.

Nessun commento:

Posta un commento