sabato 21 aprile 2018

DOMANI BRINDISI GIOCHERA' PER LA SALVEZZA, CREMONA PER I PLAYOFF

Nella foto, Scott Suggs va a schiacciare contro Capo d'Orlando

Nel pomeriggio di domani, con inizio alle ore 17,30, Happy Casa Brindisi e Vanoli Cremona si affronteranno sul parquet del Pala Pentassuglia. Per Brindisi, tuttavia, non si tratterà di una semplice gara di campionato, esattamente la 27^ giornata. In palio ci sarà ben altro che la conquista di due punti, due dei tanti che regalano di solito la vittoria a una delle due squadre. Se questo discorso semplicistico potrà valer comodamente per Cremona, che vorrà conquistare i due punti per puntare sempre più alla qualificazione per i playoff, per Brindisi esso non potrà bastare. In questo confronto, che si prevede durissimo, Brindisi si giocherà la 2^ chance delle quattro che aveva a sua disposizione per conquistare la salvezza con tre turni d'anticipo. La prima, coach Vitucci ed i suoi giocatori se la sono giocata stupidamente disputando una delle peggiori prestazioni di tutto il campionato e favorendo il ritorno in gioco di Capo d'Orlando.
Tra l'altro, questa autentica Waterloo sportiva è costata il grave infortunio a Nic Moore, che resterà fuori fino al termine del campionato; ma pure il guaio fisico di Milenko Tepic, le cui condizioni al momento non sono ancora classificabili per poterlo ritenere schierabile per la partita di domani. Avere fuori due titolari importanti come loro due renderà più ostico l'impegno di domani contro Cremona, che avrà così facilitato il compito più di quanto lo era già sul piano psicologico. Il ritorno di coach Sacchetti a Brindisi, invece, conta solo fino ad un certo punto, visto che il tecnico non ha lasciato molti rimpianti, essendo rimasto in città soltanto una stagione sportiva.
Appare scontato, allora, che i sette uomini sui quali Vitucci potrà contare a tempo pieno dovranno impegnarsi a fondo per rendere oltremodo difficile il compito degli avversari. Sugli spalti siamo certi che il pubblico non farà mancare l'apporto emotivo ai propri beniamini. Sul campo, però, toccherà a Cardillo ed ai suoi compagni giocare e lottare per la conquista della vittoria e, di conseguenza, della relativa salvezza.

Nessun commento:

Posta un commento