domenica 28 gennaio 2018

NIC MOORE PRENDE LA SQUADRA PER MANO E LA CONDUCE AD UNA GRANDE VITTORIA SU PISTOIA

Nella foto, Nic Moore si esibisce in uno dei suoi proverbiali tiri da tre punti

Spareggio doveva essere e spareggio è stato dal primo all'ultimo minuto di questa avvincente e durissima partita vinta da Brindisi su Pistoia per 88-74, che ha visto il palasport Pentassuglia fremere di passione e di entusiasmo come ai bei tempi, soprattutto quando il folletto Nic Moore ha imitato in tutto e per tutto Lupetto Malagoli strabiliando i suoi fans con quelle cinque bombe incendiarie che hanno creato il primo varco importante (72-63) nel 3° tempo tra le due squadre. Brindisi era finita sotto di cinque punti alla fine della 2^ frazione (39-44), dimostrando di soffrire molto la pressione avversaria. Nic Moore era andato a segno soltanto una volta, mentre il suo omonimo avversario era arrivato a nove punti. Ma quello che è uscito dallo spogliatoio alla ripresa delle ostilità era il vero Moore, quello che aveva distrutto domenica scorsa la Fiat Torino con i suoi 26 punti tutti arrivati nella ripresa.
Stasera è bastato che mettesse a segno la prima tripla per tornare il killer infallibile visto già nella città della Mole Antonelliana. Non ha più sbagliato un tiro e ha creato il terrore nelle file della difesa toscana, con coach Esposito che non sapeva più a quale santo votarsi. Ai due soli punti del primo tempo se ne sono così aggiunti nel solo 3° quarto altri 19 di punti, perchè poi Vitucci ha preferito far riposare Moore sostituendolo con Marco Giuri, che ha fatto per intero il proprio dovere. Lo score del folletto statunitense parla chiaro: in 25' di gioco ha messo a segno 21 punti, con 7/11 al tiro (di cui 5/7 le triple), 2/2 ai liberi, 5 rimbalzi, 3 assist, 4 falli subiti, per un totale di 25 punti di valutazione complessiva. Insomma, è stato lui a cambiare il volto della partita, che stava diventando ossessiva per Brindisi. Di lui, poi, non c'è più stato bisogno nell'ultima frazione, perchè Giuri ha guidato con calma e pazienza la squadra andando pure a canestro con un bel 3/3 dal perimetro, Suggs ne ha messi dentro ben 15 di punti, con un buon 6/12 al tiro, il giovane Mesicek ha ripetuto quasi per intero il partitone di Torino con altri 12 punti e 12 di valutazione, Tepic ha aggiunto la sua esperienza con 12 punti e 14 di valutazione, Lalanne ha messo a segno la sua sesta doppia-doppia di stagione con 12 punti e 12 rimbalzi raggiungendo un bel 22 di valutazione complessiva.
Insomma, Brindisi ha messo a segno ben 88 punti contro i 74 di Pistoia accumulando - dato assai importante, come avevamo scritto ieri su queste pagine - un decisivo vantaggio di 14 punti contro i 6 dell'avversario nella gara di andata, che potrà far valere per intero in un arrivo alla pari per la classifica avulsa. Con questo bellissimo successo Brindisi ha staccato ora di quattro punti Pesaro, che ha perso in casa contro Reggio Emilia, e di due punti la stessa Pistoia, Orlandina e Varese. Di contro, Brindisi è arrivata a 12 punti in classifica dopo aver vinto quattro volte nelle ultime cinque partite. E domenica il team di Frank Vitucci si esibirà nel Taliercio di Mestre contro Venezia.

Nessun commento:

Posta un commento