sabato 6 gennaio 2018

DOMANI POMERIGGIO, BRINDISI CERCHERA' A REGGIO EMILIA LA SUA PRIMA VITTORIA ESTERNA

Nella foto, Donta Smith prevale sotto il canestro di Varese

Alle 18,15 di domani, Grissin Bon Reggio Emilia e Happy Casa Brindisi scenderanno sul parquet del PalaBigi per disputare la 14^ giornata di campionato, penultima del girone di andata. Si tratterà di uno dei tanti scontri diretti che stanno caratterizzando il torneo di Lega A, mai come quest'anno assai livellato, con le prime otto squadre che stanno lottando per un posto in Final Eight e le altre otto che debbono necessariamente guardarsi le spalle per evitare di restare invischiate nella lotta per non retrocedere. Reggio Emilia e Brindisi fanno parte del secondo lotto di squadre, distaccate appena di quattro punti: la prima con cinque vittorie, la seconda in fondo alla classifica con appena tre successi.
La squadra emiliana di coach Menetti viene dalla vittoria casalinga con Cantù, mentre Brindisi ha tirato un grosso sospiro di sollievo battendo Varese e rimettendosi così in carreggiata per il conseguimento della salvezza. Per coach Vitucci si è trattato pure della prima vittoria dal suo arrivo a Brindisi appena due settimane prima.
Ora il tecnico veneziano dovrà lottare duramente per cambiare mentalità alla squadra, i cui componenti hanno la necessità di spazzar via dalla propria mente quell'ultimo posto in classifica, che essi in varie occasioni hanno pure dimostrato di non meritare affatto. Come era già capitato in varie altre occasioni, contro Varese stava verificandosi ancora una volta il solito cedimento finale dei nervi e delle energie, ma, questa volta, la dea bendata ha voluto essere magnanima nei confronti di Brindisi, donandole due punti che valgono un patrimonio davvero prezioso. Sul piano tecnico, poi, va subito messo in rilievo il miglioramento sensibile di giocatori importanti come Donta Smith e Milenko Tepic, apparsi trasformati rispetto alle gare precedenti. I loro progressi, messi accanto alle certezze che fino ad ora hanno assicurato Lalanne, Mesicek e, sia pure a sprazzi, anche Moore, Giuri e Suggs, potranno portare alla squadra notevoli migliorie.
Fino ad ora, Brindisi ha giocato quasi sempre a intervalli, a sprazzi, alternando momenti di buio totale ad altri eccellenti e produttivi. Ecco, di questo Brindisi ha bisogno assoluto: di concentrarsi stabilmente per tutta la partita, senza quegli sbandamenti che finora l'hanno fortemente penalizzata.
A dirigere questa partita è stata designata la terna di arbitri composta da Sahin, Wedmann e Caiazza. L'intera gara verrà trasmessa sui teleschermi di Eurosport Player dalle 18,10 in poi.

Nessun commento:

Posta un commento