domenica 14 gennaio 2018

CANTU' ESCE DAL CAMPO CON LA VITTORIA IN PUGNO, MA BRINDISI HA GIOCATO ALLA PARI UNA GRANDE PARTITA

Cady Lalanne tira da tre punti contro Varese
Vedere una partita di basket giocata benissimo da due squadre come stasera hanno fatto vedere Brindisi e Cantù riconcilia con questo sport anche il tifoso più scettico. Poteva vincere Brindisi e lo stava facendo con l'86-85 fino a 5" dalla sirena finale dopo che Nic Moore aveva messo a segno i due liberi dalla lunetta. Ha vinto Cantù (86-88) con quella prodezza inenarrabile di Charles Thomas, che ha scagliato il pallone ricevuto dalla rimessa senza pensarci due volte su, andando a bruciare la retina nel più bel modo che Cantù potesse augurarsi. Insomma, chi ha assistito a questa gara, sia dal campo che dai teleschermi di Eurobasket Player, ha goduto di uno spettacolo unico, davvero meraviglioso.

sabato 13 gennaio 2018

DOMANI SERA, HAPPY CASA BRINDISI VUOL BATTERE CANTU', MA IL COMPITO NON SARA' AFFATTO FACILE

Coach Frank Vitucci alla conferenza stampa di ieri

Un Vitucci sereno, tranquillo e addirittura sorridente in alcuni momenti della sua conferenza stampa di ieri si è presentato al cospetto degli operatori dell'informazione. La squadra è, tutto sommato, in buona condizione fisica e morale, tranne Marco Giuri, che non ha ancora smaltito del tutto i postumi della varicella e non si sa se Vitucci deciderà di rischiarlo per qualche minuto. Certo è che la partita di domani contro la Red October Cantù di coach Sodini non si presenta affatto facile, soprattutto perchè la squadra ospite ha una buona classifica (7 vittorie e 7 sconfitte) e verrà a Brindisi scevra da preoccupazioni di risultato immediato. Brindisi, invece, dovrà fare i salti mortali per tener dietro agli ospiti avendo una squadra corta e priva di ricambi alla stessa altezza dei titolari.

domenica 7 gennaio 2018

BRINDISI VINCE A REGGIO EMILIA CON UNA GRANDISSIMA PRESTAZIONE DI TUTTA LA SQUADRA

Nella foto, Smith va al tiro in sospensione contro Varese

Ci ha pensato ancora una volta un grandissimo Donta Smith a portare l'Happy Casa Brindisi alla sua prima vittoria esterna (73-77) di questo campionato. Quanto ha fatto il 34enne giocatore americano di Lousville, soprattutto nell'ultimo quarto, è stato davvero grandioso, di un'importanza monumentale per la squadra di Frank Vitucci. Ma, ancor prima di entrare nei particolari della prestazione di Smith e dei suoi compagni, ci sentiamo in dovere di commentare quanto sia stato importante il successo di Brindisi sul parquet del PalaBigi emiliano. Grazie a questa preziosissima vittoria esterna, Brindisi non solo ha lasciato l'ultimo posto a Pesaro, ma ha pure raggiunto in classifica Varese. Si è trattato, insomma, di un successo davvero brillante, perchè Reggio Emilia, con l'arrivo di Julian Wright (stasera, autore di 27 punti, con 31 di valutazione) e con il positivo ritorno di Della Valle (15 punti stasera), aveva sistemato per bene la squadra, che era in fase positiva da alcune giornate.

sabato 6 gennaio 2018

DOMANI POMERIGGIO, BRINDISI CERCHERA' A REGGIO EMILIA LA SUA PRIMA VITTORIA ESTERNA

Nella foto, Donta Smith prevale sotto il canestro di Varese

Alle 18,15 di domani, Grissin Bon Reggio Emilia e Happy Casa Brindisi scenderanno sul parquet del PalaBigi per disputare la 14^ giornata di campionato, penultima del girone di andata. Si tratterà di uno dei tanti scontri diretti che stanno caratterizzando il torneo di Lega A, mai come quest'anno assai livellato, con le prime otto squadre che stanno lottando per un posto in Final Eight e le altre otto che debbono necessariamente guardarsi le spalle per evitare di restare invischiate nella lotta per non retrocedere. Reggio Emilia e Brindisi fanno parte del secondo lotto di squadre, distaccate appena di quattro punti: la prima con cinque vittorie, la seconda in fondo alla classifica con appena tre successi.
La squadra emiliana di coach Menetti viene dalla vittoria casalinga con Cantù, mentre Brindisi ha tirato un grosso sospiro di sollievo battendo Varese e rimettendosi così in carreggiata per il conseguimento della salvezza. Per coach Vitucci si è trattato pure della prima vittoria dal suo arrivo a Brindisi appena due settimane prima.