sabato 2 dicembre 2017

L'HAPPY CASA BRINDISI CERCA A SASSARI LA SUA PRIMA VITTORIA ESTERNA

Nella foto, Donta Smith al suo arrivo a Brindisi
Donta Smith è pronto a scendere in campo domani sera, insieme ai suoi nuovi compagni dell'Happy Casa Brindisi, sul parquet del Serradimigni sassarese. Il nuovo giocatore di Brindisi avrà così la possibilità di far conoscenza, oltre che con i suoi compagni di squadra, soprattutto con il campionato italiano. Coach Dell'Agnello e i suoi assistenti, nei giorni scorsi, si sono dedicati con grande impegno ad illustrare a Smih mentalità e schemi della sua nuova squadra. E' ovvio che da lui non ci si debba attendere prodigi di qualità fin dalla sua prima apparizione in campo, ma va pure aggiunto che, insieme a lui, c'è un altro giocatore che da appena due partite è entrato a far parte della squadra di Brindisi. Parliamo, ovviamente, di Nic Moore e del suo processo di avviamento in questa squadra: appena accettabile al suo esordio a Pesaro, protagonista assoluto invece in casa contro Bologna, al quale il prode Moore rifilò ben 26 punti sul groppone. Ma è ben diverso l'iter compiuto dai due giocatori nei giorni scorsi: Moore conosceva tutto dell'ambiente in cui si è proposto, avendo giocato a Brindisi nella scorsa stagione; Smith, fino a qualche giorno fa, non sapeva neppure dove si trovasse Brindisi dal punto di vista geografico e cestistico.
Ma è tempo adesso di parlare della nuova partita, di questa Sassari che ha fatto finora un buon cammino in campionato, con il discreto rendimento di 4 vittorie e 4 sconfitte. Come Brindisi, Sassari ha cambiato abbastanza i componenti del roster, ma lasciando in panchina coach Federico Pasquini e in campo il regista Stipcevic in compagnia del capitano, l'intramontabile De Vecchi, del nazionale Polonara e di un bel pacchetto di nuovi stranieri.
In casa sua Sassari ha già perso la volta scorsa con Capo d'Orlando e questo risultato deve convincere Dell'Agnello e i suoi giocatori che qualche bel difetto questa squadra deve pure averlo, per cui Brindisi deve cercare possibilmente la migliore concentrazione e credere fino in fondo alla possibilità di vincere per la prima volta fuori dalle mura amiche del Pentassuglia. Mancherà Brian Randle, al quale rivolgiamo un saluto affettuoso e un pronto risanamento dai suoi malanni fisici. Donta Smith ne ha preso il posto e si spera che possa farlo bene quanto prima possibile.
Entrambe le squadre arrivano allo scontro diretto dopo una bella vittoria e questo farà sì che si assisterà ad una partita bella, tirata e combattuta fino all'ultima goccia di sudore. Del resto, Sassari e Brindisi hanno sempre dato vita a confronti a viso aperto e spesso si sono pure spartiti vittorie e sconfitte in egual misura. A dirigere la gara sarà una bella terna di arbitri, quanto di meglio possa esserci in questo momento, composta da Sabetta, Baldini e Calbucci. Raisport ed Eurosport Player riprenderanno entrambe in diretta la partita, che avrà inizio domani sera nel posticipo delle ore 21,05.

1 commento:

  1. Primo periodo di assoluto blackout. Ha segnato e condizionato l'intero match. Se si guardassero i patribali degli altri periodi tutto sommato Brindisi savrebbe rimasta in partita. Sarà la prossima contro Trento una gara clou. Teniamo la lucè ben acoesa.

    RispondiElimina