domenica 17 dicembre 2017

COME SPESSO GLI ACCADE, BRINDISI CROLLA NEL FINALE E REGALA LA VITTORIA ALL'ORLANDINA

Nella foto, Mesicek al tiro dalla distanza


Ieri sera, nell'anticipo della 11^ giornata, Happy Casa Brindisi ha perso una grandissima occasione per vincere la sua prima gara in trasferta. C'è andata vicinissima, ma purtroppo - come ha sempre dimostrato finora nel 90% delle partite - è crollata nel finale perdendo la tramontana sotto forma di tre palloni "sanguinosi" in una maniera davvero puerile. Lalanne e Smith hanno gettato al vento una vittoria che stava lì, pronta per essere guadagnata con tanto merito e con tanti sacrifici. Non mi era dispiaciuta affatto la squadra nei primi 3/4 della gara: una difesa rocciosa e un attacco giudizioso avevano messo in grande difficoltà l'avversario stando sempre in partita e arrivando al +8 (55-63) del massimo vantaggio a metà della 4^ frazione, grazie ad un grandissimo Mesicek e a un Tepic meno negativo di altre volte. Purtroppo per Brindisi, però, sono venuti a mancare del tutto, almeno per quanto riguarda il tiro, i due registi: Moore (appena 6 punti) e Giuri (solo 2, addirittura) hanno fatto cilecca completa, senza riuscire ad essere pericolosi e precisi al tiro dalla media e lunga distanza.
E, quando non riesci a colpire l'avversario dalla distanza, poi diventa difficile - come è accaduto con i due pivot - stanare la squadra avversaria dall'area dei 3". L'operato di coach Vitucci è stato certamente apprezzabile, soprattutto per quanto riguarda la difesa, che mi è piaciuta molto, tranne che nel finale di gara, quando la squadra non ce l'ha fatta più a reggere il ritmo degli avversari. Comunque sia, il tecnico veneziano più di tanto non poteva fare. E' stato certamente sfortunato, perchè la vittoria gli è sfuggita per banalità stupidissime dei lunghi nei secondi finali. Ci auguriamo che Vitucci riesca a determinare opportunamente i suoi giocatori dando loro le motivazioni giuste per credere sempre nella riscossa e nella salvezza della squadra.

Nessun commento:

Posta un commento