venerdì 15 dicembre 2017

A CAPO D'ORLANDO, NELL'ANTICIPO DI DOMANI SERA, IL BRINDISI DI COACH VITUCCI CERCHERA' DI TORNARE ALLA VITTORIA

Nella foto, coach Vitucci sul parquet del Pentassuglia da avversario con Varese

La partita di domani sera tra l'Orlandina e la Happy Casa Brindisi ha assunto all'improvviso un'importanza veramente fondamentale e decisiva. La decisione assunta nel corso della settimana da parte della società - cioè quella di sostituire Sandro Dell'Agnello con Frank Vitucci -  sta assumendo di ora in ora un aspetto da  "dentro o fuori", un vero e proprio spartiacque tra il Brindisi di ieri e quello che domani sarà a Capo d'Orlando per affrontare una squadra che vanta già quattro punti di vantaggio sulla rivale, con la possibilità di creare un varco ancora più aperto in caso di vittoria. Brindisi viene fuori da una brutta sconfitta interna che ha determinato l'allontanamento del tecnico, incapace - secondo la società - di creare un'identità ben precisa della squadra nel giro di quattro mesi di lavoro e nel corso di dieci partite di campionato. Durante la settimana è toccato al vice di Dell'Agnello, Massimo Maffezzoli, di guidare la squadra nel transito da un allenatore all'altro.
In attesa di incontrarsi con i giocatori, Vitucci ha dovuto far ricorso al tecnicismo, studiando caratteristiche di gioco degli atleti, prerogative di ciascuno di essi e schemi di gioco ai quali dovrà soprapporre quelli propri nei limiti del possibile. Insomma, non si tratta affatto di una situazione di comodo. Vitucci non gode della capacità di far funzionare la bacchetta magica, bisognerà dargli il tempo necessario e - probabilmente, pure - qualche rinforzo per rendere più saldo e compatto il team a lui affidato soltanto da due giorni.
Contro un'Orlandina che, invece, gira con buoni ritmi determinati dagli schemi di coach Di Carlo, Brindisi dovrà operare con attenzione e con giudizio, evitando di sprecare stupidamente energie preziose, ma mettendo sul parquet tutta la determinazione possibile. C'è da sperare che, diversamente dalla gara con Trento, i due registi Moore e Giuri, riescano a far giocare meglio i propri compagni supportandoli con schemi di gioco più fluidi e penetranti all'interno dell'area dei 3", senza fossilizzarsi a tirare solo e soltanto dalla media e lunga distanza.
Saranno gli arbitri Seghetti, Baldini e Quarta a dirigere questa gara che si prospetta durissima specie per Brindisi. L'intera partita verrà ripresa domani sera in diretta dalle telecamere di Eurosport Player fin dalle ore 20,30.

Nessun commento:

Posta un commento