sabato 30 settembre 2017

DOMANI MATTINA PARTE IL CAMPIONATO DI BASKET CON LA GARA D'ESORDIO TRA BRINDISI E TORINO

Nella foto, coach Dell'Agnello e i suoi giocatori impegnati in un time-out

Domani mattina è già campionato, il settimo consecutivo che Brindisi disputerà in Lega A, la massima categoria cestistica nazionale. Se la dirigenza sarà sempre quella capitanata dal presidente Nando Marino, la squadra avrà una nuova guida tecnica, quella di Alessandro Dell'Agnello, noto nell'ambiente cestistico nazionale come "Sandrokan", anche a motivo della sua ben conosciuta grinta e determinazione di grande lottatore sul parquet. Dopo le discrete esperienze di Pesaro e di Caserta, il coach livornese è approdato a Brindisi, felicissimo della fiducia che la società gli ha conferito.
Insieme al presidente Marino e al giemme Alessandro Giuliani, Dell'Agnello ha costruito una squadra figlia del suo modo di intendere la pallacanestro sul campo: grintosa in difesa e rapidissima nel far partire il contropiede, col proposito di cogliere di sorpresa e fuori posizione la difesa avversaria. Il precampionato di Brindisi ci ha fatto così vedere queste caratteristiche essenziali della nuova squadra, che avrà per altro sulla maglia il nome della "Happy Casa Store", il nuovo Title Sponsor della New Basket Brindisi.
Così, alle ore 12 in punto di domani, il campionato di Lega A 2017-18 partirà proprio con l'anticipo televisivo della partita Happy Casa Brindisi-Fiat Torino, un duello che si riproporrà con tutti i crismi della spettacolarità e dell'interesse che entrambe le squadre hanno assicurato nei vari scontri diretti degli scorsi campionati. Col nuovo coach Banchi alla sua guida, Torino pare che voglia nutrire propositi ambiziosi, ma dovrà fare i conti con la voglia e con la determinazione che i giocatori di Dell'Agnello metteranno in campo fin dal primo minuto di gioco davanti ai propri tifosi. La rapidità d'azione che i registi Cat Barber e Marco Giuri imporranno ai propri compagni dovrebbe scompaginare i piani tattici dei torinesi, specie se poi le guardie Scott Suggs, Milenko Tepic, Blaz Mesicek e Georgi Sirakov riusciranno a percuotere il canestro con le pesanti triple che sono capaci di sganciare. Ma, se non dovessero poi arrivare a destinazione i tentativi di trafiggere la retina avversaria dalla media e lunga distanza, saranno pronti i lunghi Brian Randle, Cady Lalanne, Oleka Obinna e capitan Cardillo a raccogliere i rimbalzi sputati dal ferro tramutandoli poi in altrettanti canestri.
Un buon campionato, allora, i tifosi e gli appassionati brindisini di basket vogliono augurare alla propria squadra, sperando che, alla fine della stagione regolare, possa giungere qualcosina di più della semplice salvezza.

Nessun commento:

Posta un commento