domenica 26 marzo 2017

LA GRANDE VITTORIA DI BRINDISI SU AVELLINO CI HA PURE FATTO SCOPRIRE UN GRANDE SAMUELS

Nella foto, la grinta di Samardo Samuels, grande protagonista della vittoria di Brindisi su Avellino

Il "Veni, vidi, vici" di Samardo Anthony Samuels ha incantato i 3500 spettatori del palasport Pentassuglia di Brindisi, che lo hanno subito eletto il beniamino incontrastato della santabarbara brindisina del tifo. Un po' tutti avevamo pensato che Samuels sarebbe arrivato con un buon sovrappeso e che avrebbe giocato non più di una decina di minuti, visto che era stato fermo dopo la lunga sosta del campionato cinese. Samardo ci ha presi tutti in contropiede, perchè lui, la sua partita, l'ha giocata con grande intensità e attaccamento alla maglia, dialogando con i compagni e con i suoi tifosi dopo ogni canestro che riusciva a mettere a segno. Ma vedete un po' il suo score, che è stato davvero interessante, al punto che, sul piano numerico, Samuels è stato il migliore della sua squadra: 23 punti di valutazione complessiva, che assommano i 17 punti messi a segno in 16' di gioco, durante i quali ha segnato 4/7 da due punti, 2/2 nelle triple, 3/3 nei tiri liberi, 8 rimbalzi, 3 falli fatti e 5 subiti, 3 palle perse, 1 recuperata, 1 assist.
Questo è uno score molto interessante, perchè sta chiaramente a significare che Samuels è un giocatore completo, che sa difendere e prendere rimbalzi, ma che sa pure attaccare bene il ferro con tiri in avvicinamento e con tiri da lontano. Insomma, il nuovo arrivato ha saputo prendersi la scena e conquistare tutti con il suo modo di fare e di giocare in campo.
Ma ora parliamo di questa bellissima vittoria arrivata per 94-74 contro Avellino, cioè contro una "grande" del campionato, tant'è che in classifica fino a ieri era al 2° posto insieme a Venezia.
Finalmente Brindisi ha sotto il canestro un giocatore che funziona bene, a differenza di un Agbelese assolutamente insufficiente. La sua presenza libera spazi preziosi per gli esterni, che d'oggi in poi potranno tranquillamente scegliere tra le tante soluzioni di tiro o appoggiare il pallone su di un pivot che sa di certo cosa fare quando viene messo in azione dai compagni.
Brindisi ha vinto di squadra contro Avellino (sei giocatori in doppia cifra sono davvero tanti), difendendo bene fino a quando si è poi disunita nel terzo quarto (24-5, 41-26, 64-53, 94-74, sono stati i parziali)), col rischio di farsi riprendere. Nella frazione finale, però, Sacchetti e i suoi hanno subito rimesso le cose al posto giusto riportando il divario su una quantità inattaccabile nonostante il gran lavoro svolto dal solito, eccellente Logan. Del tutto insignificante la prestazione di Zerini, al quale però la tifoseria brindisina ha rivolto caldi applausi di simpatia.
Gli altri giocatori di Brindisi un po' tutti hanno voluto far bella figura con il nuovo compagno, ma ci fa particolarmente piacere, oltre al solito, eccellente M'Baye (3 stoppate sopraffine), rivedere su livelli di assoluta eccellenza quel Kris Joseph (11 punti, con un gran 3/3 dalla lunga distanza), che soltanto adesso che sta bene in salute ci sta dando la possibilità di farci vedere quanto è bravo e importante per la squadra.

Nessun commento:

Posta un commento