sabato 25 febbraio 2017

DOMANI, BRINDISI VUOL PROVARE A VINCERE SUL CAMPO MINATO DI TORINO

Nella foto, Nic Moore va a canestro con Varese con un bel jump

Terminate con più di qualche bella soddisfazione le Final Eight di Coppa Italia, la New Basket Brindisi si rituffa con maggior determinazione e concentrazione nel campionato di Lega A. Il girone di ritorno ha già dato qualche piccola preoccupazione sul piano tecnico a coach Sacchetti ed alla società per l'atteggiamento tenuto dal main sponsor Enel Elettrica, rivelatosi un bel po' restio a proseguire il programma di collaborazione che dura da oltre un quinquennio di grandi e reciproche soddisfazioni. Saggiamente il presidente Marino comincia a guardarsi attorno per rendersi conto se si possa ancora contare sul binomio di collaborazione oppure se sia il caso di sedersi attorno ad un tavolo e valutare le offerte che sono cominciate ad arrivare non solo da aziende brindisine (Cantine Due Palme, sponsor di Brindisi alle recenti Final Eight di Rimini), ma pure da altre internazionali (Sanofi) e regionali (Puglia Outlet Village), già presenti sul territorio.
Nel frattempo, il campionato metterà di fronte, domani pomeriggio, Fiat Torino e Brindisi sul parquet del Pala Ruffini, un campo di gioco che è ormai diventato duro e avaro di soddisfazioni per tutte le squadre che negli ultimi mesi si sono avvicendate in terra piemontese. Coach Vitucci è riuscito a trovare la chimica giusta per esaltare il gioco "run and gun" ormai tipico dei torinesi e ha raggiunto con i suoi uomini una posizione di classifica che risulta in perfetta parità con Brindisi a 18 punti.
Sacchetti ha del tutto recuperato il giovane Daniel Donzelli (che, intanto, ha messo in mostra tutto il proprio talento a Rimini, contro Milano) e, prossimamente, il talentuoso Kris Joseph, sul quale pare si sia abbattuta una vera jattura, che gli ha impedito di sviluppare finora la gran classe che lo contraddistingue. Domani, Joseph sarà ancora assente, ma dovrebbe farcela per la prossima in casa contro Cremona. Intanto, Brindisi dovrà cercare di vincere anche fuori casa se vorrà rientrare nel novero delle otto squadre che, alla fine del girone di ritorno, si contenderanno i playoff per lo scudetto tricolore. Dopo tutto quello che Brindisi ha messo in evidenza a Rimini contro Milano,  Meo Sacchetti vuol vedere finalmente fin dove potrà contare sulle capacità effettive della sua squadra.

Nessun commento:

Posta un commento