domenica 12 febbraio 2017

BRINDISI SI RIVELA RULLO COMPRESSORE CONTRO UN VARESE DEL TUTTO INCONSISTENTE

Nella foto, Nic Moore contro Venezia

Il folletto brindisino Nic Moore, con l'aiuto prezioso di capitan Marco Cardillo, ha rintuzzato le velleità fin troppo misere e inconsistenti di un Varese rivelatosi poca cosa, una squadra allo sbando, alla quale difficilmente coach Attilio Caja riuscirà a dare un gioco e una consistenza tecnico-agonistica di una vera squadra di Lega A. I 22 punti di vantaggio (80-58) con cui alla fine Brindisi ha piegato la resistenza varesina la dicono tutta sulla storia di questa partita, nata male per Varese (11-2 al 5' di gioco), proseguita un po' meglio  nella 2^ frazione (38-34 per Brindisi) e conclusa impietosamente nella ripresa con un complessivo parziale di 42-28. Del resto, quando una squadra perde 26 palloni nel corso di una partita, c'è poco da sperare che le cose possano mutare radicalmente da qui al termine di questo campionato.
Ma dicevamo dei due satanassi biancoazzurri Moore e Cardillo, che hanno mirabilmente sostenuto la squadra in campo: il frugoletto di Winona Lake con 23 punti (6/12 nelle triple, 4 assist e 25 di valutazione complessiva), il capitano invece con 7 punti, 9 rimbalzi, di cui 5 offensivi e 4 difensivi, per una valutazione (la sua migliore in serie A) di 12 punti. Questi due paladini hanno tirato su più di qualche compagno che ora sta riprendendo un po' il fiato (Scott e M'Baye in primis), dopo aver trascinato la carretta per tutta la prima fase di questo campionato.
Come già era accaduto contro Pistoia, questa con Varese era una partita da vincere ad ogni costo, una di quelle che non si può e non si deve assolutamente sbagliare. Per tutto il primo tempo, Brindisi ha giocato piuttosto male, mettendoci l'anima in campo ma senza raggiungere vertici di gioco d'eccellenza. Quando, però, la squadra ha rinsaldato i capisaldi in difesa, si è finalmente rivista a tratti quella squadra che Sacchetti aveva costruito con tanta fatica e così Brindisi ha potuto finalmente mettere le ali al proprio attacco mandando in doppia cifra anche M'Baye e Scott, oltre a Goss, apparso piuttosto in ombra in questa gara.
Brindisi ora si è portata a 18 punti in classifica tirando un bel sospiro di sollievo dopo questo importante successo e potrà così dedicarsi giovedì 16 febbraio alla gara d'esordio contro Milano delle prossime Final Eight di Rimini.

Nessun commento:

Posta un commento