domenica 26 febbraio 2017

BENEDETTA GIOVENTU': A TORINO, NEL FINALE, BRINDISI PERDE LA TRAMONTANA E LA PARTITA

Nella foto, Durand Scott tira in sospensione contro Varese

Poteva finir dentro quell'ultimo tiro di Phil Goss e saremmo stati qui a celebrare le gesta trionfali di Brindisi su un parquet, quello torinese, dove quasi nessuno ormai riesce più a vincere. Vediamola dalla fine, questa gran bella partita, quando, sul 90-88, a pochi secondi dalla fine, Brindisi ha avuto la possibilità di vincere con la tripla del suo uomo più esperto. Pochi secondi prima, lo stesso Goss aveva messo dentro dall'altro angolo del parquet la tripla che valeva per Brindisi l'86-88 riportando la squadra in partita. Ora c'era la nuova occasione per vincerla, addirittura, questa gara, che Torino era riuscita a raddrizzare dopo essere stata costantemente in svantaggio per tutta la partita, perfino di 13 punti, sul 50-63, con un'altra perla del giovane Donzelli. Ma questa volta la buona sorte non ha voluto premiare fino in fondo Brindisi e il suo nocchiero Goss, regalando così a Torino questi due punti che Brindisi si sarebbe meritato per intero.

sabato 25 febbraio 2017

DOMANI, BRINDISI VUOL PROVARE A VINCERE SUL CAMPO MINATO DI TORINO

Nella foto, Nic Moore va a canestro con Varese con un bel jump

Terminate con più di qualche bella soddisfazione le Final Eight di Coppa Italia, la New Basket Brindisi si rituffa con maggior determinazione e concentrazione nel campionato di Lega A. Il girone di ritorno ha già dato qualche piccola preoccupazione sul piano tecnico a coach Sacchetti ed alla società per l'atteggiamento tenuto dal main sponsor Enel Elettrica, rivelatosi un bel po' restio a proseguire il programma di collaborazione che dura da oltre un quinquennio di grandi e reciproche soddisfazioni. Saggiamente il presidente Marino comincia a guardarsi attorno per rendersi conto se si possa ancora contare sul binomio di collaborazione oppure se sia il caso di sedersi attorno ad un tavolo e valutare le offerte che sono cominciate ad arrivare non solo da aziende brindisine (Cantine Due Palme, sponsor di Brindisi alle recenti Final Eight di Rimini), ma pure da altre internazionali (Sanofi) e regionali (Puglia Outlet Village), già presenti sul territorio.

venerdì 17 febbraio 2017

BRINDISI FA TREMARE MILANO, MA SI DISTRAE UN ATTIMO E GLI REGALA LA VITTORIA

Nella foto, M'Baye marcato dal milanese Sanders

Il bellissimo confronto del quarto di finale di Coppa Italia tra Milano e Brindisi se lo è aggiudicato Milano, ma Brindisi è andata vicinissima ad attribuirselo con pieno merito. Il tap-in di Mcvan sulla sirena ha così decretato il 77-75 finale, ma Brindisi ha sprecato varie occasioni per portarsi a casa la vittoria o, per lo meno, di andare all'overtime, visto che quando Durand Scott ha messo a segno il canestro del 75 pari, mancavano poco più di 4" alla fine dei tempi regolamentari. Purtroppo, una grave disattenzione della difesa ha consentito a Mcvan di prendere il rimbalzo determinante e di regalare a Milano la semifinale. Brindisi ha così fatto tremare ancora una volta Milano, ma in questa occasione avrebbe dovuto imporsi all'avversario, visto che coach Repesa ha accusato assenze importanti, più di tutte quella del cecchino Simon.

mercoledì 15 febbraio 2017

L'ALTRA VOLTA BRINDISI ERA ANDATA VICINISSIMA ALLA VITTORIA SU MILANO, MA NELLA FINAL EIGHT VUOL PRENDERSI I DUE PUNTI

Nella foto, Marco Cardillo e i suoi compagni festeggiano la vittoria su Varese

Questa bella foto, che ritrae in primo piano Marco Cardillo, il capitano della New Basket Brindisi, alla fine della vittoriosa partita contro Varese, sia il più bell'auspicio per il pesante impegno che Sacchetti e la sua squadra dovranno sostenere domani sera nel match contro l'Armani Jeans Milano nel quadro complessivo delle Final Eight di Coppa Italia di Rimini. Ci si augura che il successo riportato da Brindisi domenica scorsa sulla pluriscudettata Varese valga da ottimo sprone all'indirizzo del team bianco-azzurro, ma soprattutto a riportare serenità e fiducia in tutto l'ambiente della pallacanestro brindisina.

domenica 12 febbraio 2017

BRINDISI SI RIVELA RULLO COMPRESSORE CONTRO UN VARESE DEL TUTTO INCONSISTENTE

Nella foto, Nic Moore contro Venezia

Il folletto brindisino Nic Moore, con l'aiuto prezioso di capitan Marco Cardillo, ha rintuzzato le velleità fin troppo misere e inconsistenti di un Varese rivelatosi poca cosa, una squadra allo sbando, alla quale difficilmente coach Attilio Caja riuscirà a dare un gioco e una consistenza tecnico-agonistica di una vera squadra di Lega A. I 22 punti di vantaggio (80-58) con cui alla fine Brindisi ha piegato la resistenza varesina la dicono tutta sulla storia di questa partita, nata male per Varese (11-2 al 5' di gioco), proseguita un po' meglio  nella 2^ frazione (38-34 per Brindisi) e conclusa impietosamente nella ripresa con un complessivo parziale di 42-28. Del resto, quando una squadra perde 26 palloni nel corso di una partita, c'è poco da sperare che le cose possano mutare radicalmente da qui al termine di questo campionato.

sabato 11 febbraio 2017

BRINDISI VUOL TORNARE SUBITO ALLA VITTORIA, MA VARESE NON HA INTENZIONE DI PERDERE



Domani pomeriggio la New Basket Brindisi scenderà in campo contro la pluriscudettata Varese concentrata e determinata, pronta a battersi con coraggio e grinta, ma soprattutto decisa a conquistare la vittoria per vari motivi. Prima di tutto, perchè ha estrema necessità dei due punti per rimpinguare una classifica diventata nel frattempo un tantino deficitaria e per riportarsi in acque più tranquille. Ma poi ci sono motivi validissimi per convincere il main-sponsor Enel ad abbandonare un atteggiamento non poco sospetto di voler tenere la società sulle spine e a confermare subito una collaborazione che dura da vari anni e che ha prodotto comunque effetti vantaggiosi per entrambi.
E' indubbio che di fronte Sacchetti e i suoi giocatori avranno un avversario che, a dispetto del suo blasone, naviga in acque ancor meno tranquille della New Basket. Infatti, la squadra di coach Attilio Caja, con i suoi 10 punti, è bloccata al penultimo posto della graduatoria di Lega A e una vittoria sul parquet del Pentassuglia le darebbe tanto ossigeno e fiducia.

PUGLIA OUTLET VILLAGE NUOVO PARTNER DELL’ENEL BASKET BRINDISI



L’Enel Basket Brindisi comunica di aver instaurato una nuova partnership con ‘Puglia Outlet Village’, azienda tra le più importanti realtà economiche della Regione.
La collaborazione valida per la stagione sportiva 2016/17, si impreziosirà con la presenza del logo ‘Puglia Outlet Village’ sul pantaloncino gara della divisa ufficiale creata per la partecipazione alla PosteMobile Final Eight di Coppa Italia, in programma a Rimini dal 16 al 19 Febbraio.
Il Puglia Outlet Village, inaugurato nel 2005 e situato a Molfetta, si estende su un’area di oltre 40mila mq e con oltre 90 boutique e i migliori marchi della moda uomo, donna e bambino, è in assoluto l’unico Factory Outlet in Puglia. Uno degli obiettivi è quello di creare una reale integrazione con il territorio: Puglia infatti non è solo nel nome ma in tutte le sue attività. Gli ospiti siano essi pugliesi e non, devono vivere non solo un momento di shopping ma un’esperienza unica in cui il territorio partecipa con le sue tradizioni culturali, paesaggistiche e gastronomiche nell’unica e originale Land of fashion della Regione.

martedì 7 febbraio 2017

A REGGIO EMILIA, BRINDISI SI E' SCIOLTA COME NEVE AL SOLE. ATTENZIONE A NON FARSI PERICOLOSE ILLUSIONI!

Nella foto, Robert Carter in fase di palleggio

Neppure contro una Grissin Bon un po' malandata fisicamente l'Enel Basket Brindisi è riuscita a tirar fuori qualcosa di più di una semplice partecipazione ad una gara che, invece, era importante per il suo futuro immediato. Pur se priva di giocatori determinanti, come i nazionali Aradori e Gentile, e schierando il recuperato 40enne Kaukenas, il team reggiano di coach Menetti ha vinto con pieno merito (98-84) questo confronto dominandolo dall'inizio alla fine, senza mai mostrare il fianco all'avversario. Tranne che nella 2^ frazione di gara, quando è andata un paio di volte avanti nel punteggio (23-24 e 28-29), Brindisi non ha mai dimostrato di battersi alla pari con i bianco-rossi reggiani soffrendo costantemente in difesa, sia sotto il canestro, con un Cervi leonino, sia nel gioco esterno, dove Della Valle, Kaukenas e De Nicolao hanno fatto vedere i sorci verdi ai pari ruolo avversari. Con un Moore balbettante, un Goss a fasi alterne e uno Scott irriconoscibile rispetto a quello di un mese fa, la squadra di Sacchetti pareva soffrire il mal di mare.

domenica 5 febbraio 2017

REGGIO EMILIA VORRA' TORNARE ALLA VITTORIA IN CASA, MA BRINDISI INTENDE FARGLIELA RIMANDARE AD ALTRA OCCASIONE

Coach Meo Sacchetti e i suoi uomini durante un time-out

Come mostra chiaramente la foto di un time-out dell'Enel Basket Brindisi, coach Meo Sacchetti intenderà chiedere per domani sera la massima determinazione ai propri giocatori, impegnati sul parquet del PalaBigi di Reggio Emilia nel duro confronto che li attenderà contro la Grissin Bon di coach Menetti. Come hanno dimostrato di saper fare nel 3° e 4° tempo della gara contro Pistoia, i brindisini dovranno cercare da subito la concentrazione giusta e una precisione di tiro più marcata, se non vorranno farsi metter sotto da una Reggiana decisa a non perdere altre occasioni importanti nelle gare casalinghe. Essa, infatti, soprattutto a causa di seri infortuni che hanno colpito nei giorni scorsi giocatori importanti della squadra, hanno perso il contatto con le primissime posizioni della classifica. Contro Brindisi, domani sera, però, dopo il recupero di Della Valle già a Sassari, potranno riavere quasi tutta la squadra al completo.

giovedì 2 febbraio 2017

BRINDISI RIVEDRA' IN CAMPO LUNEDI' CONTRO REGGIO EMILIA IL FUORICLASSE RIMANTAS KAUKENAS

Nella foto, il fuoriclasse lituano Rimantas Kaukenas

Il ritorno in squadra e in campo di Rimantas Kaukenas rappresenterà un motivo in più per rendere ancor più interessante e importante il confronto di lunedì sera tra Grissin Bon di Reggio Emilia e l'Enel Basket Brindisi. Il fuoriclasse lituano ha detto subito sì, senza tentennamenti di sorta, quando la società, il tecnico e la squadra tutta lo hanno richiamato per fornire il suo prezioso aiuto in un momento assai difficile in cui versava la squadra. Una serie di infortuni a catena aveva messo fuori gioco mezza squadra, tanto è vero che i risultati negativi conseguenti hanno spostato il team reggiano dal primo al quinto posto della graduatoria di Lega A, sopravanzato da Milano, Venezia, Avellino e Sassari. Il prossimo 11 aprile, Kaukenas compirà 40 anni, ma la voglia di giocare e di rendersi ancora utile alla squadra del suo cuore lo hanno convinto a tornare in campo ancora per questa stagione.