martedì 10 gennaio 2017

IL CAMPIONATO SI FERMA PER UNA GIORNATA E RIPRENDERA' IL 22 GENNAIO. BRINDISI ANDRA' A TRENTO

Nella foto, il bel duello tra il brindisino Goss e il veneziano McGee

Ancora una volta Brindisi è riuscita a qualificarsi per le Final Eight di Coppa Italia. Il primo obiettivo del campionato di Lega A dell'Enel Basket Brindisi è stato così raggiunto, sia pure con grande sofferenza all'ultima giornata disponibile. Grazie ad Avellino, che ha eliminato l'Aquila Trento, Brindisi potrà difendere anche per quest'anno il suo obiettivo più immediato, pur se non il più prestigioso. Ancora una volta, però, Brindisi dovrà vedersela con Milano, cioè con la squadra più forte, visto che il regolamento prevede il confronto ad eliminazione diretta della 1^ classificata contro l'8^. Brindisi non ha mai battuto Milano, nè in campionato, tanto meno nelle Final Eight, ma, mai come quest'ultima volta in campionato, i nostri portacolori sono arrivati vicinissimi ad un successo clamoroso di Brindisi. Va pure detto - e questa è una novità davvero interessante - che le Final Eight si terranno per la prima volta lontano dal Forum di Assago, e precisamente a Rimini, nel cuore della Romagna cestistica, dove la squadra meneghina non troverà - come spesso è accaduto in passato - arbitraggi particolarmente favorevoli e sensibili nei confronti dei giocatori di Giorgio Armani.
Come ha dichiarato ieri sera il presidente Nando Marino, ospite della trasmissione cestistica condotta da Antonio Celeste su Canale 85, quando i giocatori brindisini hanno realizzato che il confronto che li interesserà da vicino a Rimini sarà nuovamente contro Milano, essi si sono ripromessi di battere la squadra capolista del campionato, visto che la volta scorsa ci sono arrivati così vicino.
Sta di fatto che, pur avendo perso contro Venezia lunedì scorso al Pentassuglia, Brindisi è riuscita a "star dentro" alla qualificazione per Rimini grazie al suo precedente iter fortunato, che aveva concesso a Brindisi di godere di una classifica avulsa migliore di altre squadre avendo battuto, una dietro l'altra, prima Trento e poi, di seguito, Torino, Sassari e Caserta. Pur se va comunque espresso ad Avellino un "grazie e a buon rendere" per aver battuto Trento, vanno certamente riconosciuti grandi meriti a coach Sacchetti ed ai suoi giocatori per aver raggiunto comunque un traguardo prestigioso e appetito da varie altre squadre.
Pur se tra varie difficoltà di salute e di scarsa esperienza di qualche giocatore, venute fuori soprattutto in occasione di qualche partita esterna, Brindisi ha messo in buona evidenza alcune belle  individualità, come Amath M'Baye, cecchino n.1 del campionato, e il giovane pivot Robert Carter, che, nelle ultime cinque partite, è andato stabilmente oltre i 18 punti di media, pur essendo un rookye.
Domenica prossima, il campionato di Lega A effettuerà una sosta per poi riprendere con la 1^ giornata del girone di ritorno domenica 22 gennaio. Brindisi andrà a Trento, dove ha già vinto nella scorsa stagione.

Nessun commento:

Posta un commento