venerdì 2 dicembre 2016

DOMENICA SASSARI VUOLE I DUE PUNTI, MA BRINDISI NON E' DISPOSTO A CEDERGLIELI

Nella foto, Delroy James, tra i probabili sostituti dell'infortunato Joseph

Per la 200^ partita in serie A da parte della New Basket Brindisi scenderà sul parquet del Pentassuglia domenica pomeriggio un avversario tra i più apprezzati e tradizionali. Parliamo della Dinamo Sassari, una delle squadre contro le quali Brindisi ha sempre disputato partite memorabili, terminate ora in favore dell'una, ora dell'altra squadra, ma comunque sempre belle e spettacolari. Tra le curiosità più singolari ci sarà quella della presenza sulla panchina brindisina di Meo Sacchetti, proprio l'uomo che ha reso grande e vincente la squadra sarda guidandola alla vittoria di uno scudetto e di vari altri trofei vittoriosi. Brindisi lo ha ingaggiato perchè possa magari ripetere, se non proprio in toto, almeno una partecipazione ed una presenza continua e concreta nelle primissime posizioni della graduatoria di Lega A. Ieri Sacchetti ha definito la prossima una come tante altre partite, ma non crediamo affatto che lo creda veramente, soprattutto perchè gli brucerà ancora certamente la maniera in cui è stato liquidato da Sassari giusto dopo aver vinto lo scudetto.
Ad ogni modo, non è nata per nient'affatto tranquilla e serena questa partita, alla vigilia della quale Brindisi ha dovuto lamentare ancora una volta un infortunio, questa volta assai grave, al suo Kris Joseph, un giocatore che si stava facendo apprezzare un bel po' dopo essere stato fuori squadra per un mese abbondante a causa di un altro guaio fisico. Si parla di due mesi all'incirca prima che Joseph possa rientrare. Questa è una mazzata tremenda per le velleità della squadra bianco-azzurra, che ora dovrà nuovamente andare a pescare sul mercato un giocatore che abbia le medesime caratteristiche di Joseph. Si parla insistemente di un possibile ritorno di Delroy James, che non sta avendo fortuna a Reggio Emilia, ma si fanno anche altri nomi, tra i quali il più indicato potrebbe pure essere l'argentino Carlos Delfino, più vicino di James alle caratteristiche tecniche di Joseph, essendo Delroy più rimbalzista che tiratore di qualità dalla media e lunga distanza. Ad ogni modo, staremo a vedere cosa saprà fare la società e, in particolare, il giemme Giuliani, che sta scandagliando il mercato in lungo e in largo, anche per definire una volta per tutte chi tra Goss ed English verrà scelto per il ruolo di point-guard.
Sta di fatto, però, che Brindisi ha assoluta necessità di far suo il risultato con Sassari, per non perdere altro terreno prezioso in classifica dopo aver già perso due partite delle cinque interne già disputate.

Nessun commento:

Posta un commento