lunedì 26 dicembre 2016

DOMANI SERA IL PENTASSUGLIA ASSISTERA' CERTAMENTE AL PIU' BELLO DEI DERBIES DEL SUD

Nella foto di Tasco, Durand Scott realizza con un bel reverse sotto canestro
Torna ancora una volta più attuale e interessante che mai sul parquet del Pentassuglia il "derby del Sud" per antonomasia, quello tra Brindisi e Caserta, il confronto di più lunga e affascinante memoria, assai più di quello con Avellino, arrivato soltanto di recente ai livelli più elevati del basket italiano. Un primo assaggio delle forze attuali lo si era avuto già in precampionato, in occasione della disputa del Memorial Pentassuglia, che Caserta si aggiudicò con pieno merito dimostrando già allora la forza e la consistenza del roster affidato a coach Dell'Agnello. In campionato, poi, la squadra campana ha avuto modo di evidenziare fin troppo bene i miglioramenti ricevuti, ponendo in evidenza soprattutto i suoi registi, Edgar Sosa e il brindisino Marco Giuri, che, insieme al play-guardia Daniele Cinciarini, rappresentano una terna vincente, probabilmente la più forte del campionato.
Il resto della squadra, poi, è di prima qualità, con una buona batteria di lunghi, a cominciare dallo statunitense Watt, il polacco Czyz, l'ala Bostic e il russo Metreveli, che assicurano punti e rimbalzi in gran quantità. Del resto, la classifica parla chiaro, con Caserta schierata al 5° posto della graduatoria con 14 punti, davanti a Brindisi, che la segue al 7° posto con lo scarto di soli due punti)
E così domani sera, a partire dalle ore 20,30, sotto la direzione della terna arbitrale composta da Lo Guzzo, Di Francesco e Grigioni, Brindisi e Caserta scenderanno in campo davanti ad una cornice di pubblico davvero ragguardevole, se si considera che la società di contrada Masseriola ha già annunciato il sold-out invitando la gente a non venire al palasport se non è in possesso del biglietto d'entrata. Insomma, già da sei giorni la società ha dichiarato il "tutto esaurito", considerando pure che da Caserta arriverà una buona rappresentanza di seguaci.
L'Enel Basket Brindisi, dal canto suo, viene dalla più bella e convincente delle sconfitte, subita a Milano, evidenziando nell'occasione una caratura di squadra davvero promettente in vista soprattutto della seconda parte del campionato e, prima ancora, della probabilissima partecipazione alla Final Eight di Coppa Italia, che si determinerà soltanto alla fine del girone di andata.
Il rientro del regista della squadra Nic Moore, insieme alla conferma ad alto livello di Durand Scott e di Abath M'Baye, ma soprattutto quella del giovane pivot Robert Carter (nelle ultime tre partite ha avuto una media di realizzazione di 19 punti), promettono assai bene, al punto che proprio Caserta dovrà guardarsi attentamente alle spalle dalla sorpresa di un Brindisi che non è più quello del precampionato, ma che è cresciuto considerevolmente. Appare del tutto probabile, poi, che Sacchetti farà esordire l'ultimo arrivato in casa brindisina, il 19enne sloveno Blaz Mesicec.


Nessun commento:

Posta un commento