venerdì 21 ottobre 2016

PHIL GOSS ESORDIRA' DOMENICA PROSSIMA A VARESE CON L'ENEL BASKET BRINDISI

Nella foto, il medico sportivo dottor Furioso controlla la reattività di Phil Goss

Phil Goss è abile e arruolato per esordire in campionato a Varese con l'Enel Basket Brindisi. Grazie alla sensibilità ed alla professionalità dei medici specialisti della ASL di Brindisi Furioso, Giudice e Palmiero, il nuovo play-guardia statunitense di Brindisi ha potuto portare a termine in tempo utile (il limite era fissato per oggi alle 12,30) le rituali visite mediche. Il più è fatto, insomma. Ora starà al giocatore, al suo allenatore ed ai suoi compagni cercare di sfruttare da subito le capacità tecnico-tattiche di Goss. E' ovvio che il giocatore non potrà compiere miracoli, soprattutto perchè fino ad ora si era allenato con un certo impegno a casa sua, ma si sa bene che il campionato è tutt'altra cosa rispetto ai semplici allenamenti. Sta di fatto, però, che senza di lui la squadra difficilmente avrebbe potuto pensare di essere competitiva, visto con quale difficoltà i registi brindisini - Spanghero ed English - hanno dovuto portar palla contro i diretti avversari di Reggio Emilia, domenica scorsa.

martedì 18 ottobre 2016

IL DESTINO DI BRINDISI PER DOMENICA A VARESE DIPENDERA' IN GRAN PARTE DALLA PRESENZA DI PHIL GOSS

Nella foto, Phil Goss in azione con la maglia di Venezia

Quando nel corso della partita contro Reggio Emilia, un amico mi ha informato in anticipo dell'avvenuto acquisto di Phil Goss da parte di Brindisi, il primo sentimento che ha invaso il mio cuore di supporter baskettaro è stato quello di piena felicità. Un campione della qualità di Goss non lo si trova tanto facilmente e per questo motivo va fatto un plauso sincero ad Alessandro Giuliani per aver realizzato un colpo sensazionale, a campionato già in corso,portando a Brindisi un giocatore della sua levatura tecnica e della sua esperienza. Finalmente Brindisi potrà avere in campo un uomo-guida di grande valore, che potrà fare da chaperon a ragazzini di primo pelo come Moore, English o Carter, tutti e tre appena entrati nel mondo professionistico. Subito dopo aver appreso la notizia del suo arrivo, però, mi sono posto immediatamente la domanda di chi gli avrebbe dovuto lasciare il posto. Per il momento, almeno fino a quando Moore non sarà in grado di tornare a giocare, Goss lo sostituirà per infortunio e giocherà al fianco di English nella doppia funzione di play-guardia.

domenica 16 ottobre 2016

BRINDISI SI BATTE CON DECISIONE E VOLONTA', MA REGGIO EMILIA LA SUPERA SUL FILO DI LANA, AL TERMINE DI UNA GRAN PARTITA

Nella foto, Phil Goss, prossimo play-guardia di Brindisi

Phil Goss ha firmato per Brindisi. La notizia dell'acquisto del forte play-guardia americano si è diffusa a macchia d'olio nel palasport brindisino. Al termine della gara perduta con Reggio Emilia (78-82) il nome dell'ex-Venezia era ormai sulla bocca di tutti, al punto che il presidente Marino non ce l'ha fatta più a nascondere la veridicità della notizia, da dare nella giornata di domani, e ha così deciso di anticiparla a questa sera diffondendola in diretta su radio Ciccioriccio. Il giocatore ha firmato un contratto di due mesi, con opzione di estensione a tutto il resto del campionato. L'arrivo di un giocatore così forte ed apprezzato, eterno avversario di Brindisi in tante battaglie, ha fatto passare in secondo piano la sconfitta di Brindisi funzionando da ottimo lenimento per i tifosi bianco-azzurri rimasti amareggiati per una sconfitta giunta al termine di una gara bella e combattuta dal primo minuto all'ultimo, con le due squadre che si sono equivalse senza riuscire a superarsi decisamente. Alla fine, ha vinto la squadra dotata di maggior talento complessivo.

venerdì 14 ottobre 2016

PRIVA DEL SUO PLAY MOORE, BRINDISI VUOL CERCARE LA VITTORIA SU UNA FORTISSIMA REGGIO EMILIA

Nella foto, Durand Scott, l'uomo-guida di Brindisi
Ritorna domenica pomeriggio al Palasport Pentassuglia una classica dei campionati degli ultimi anni, il confronto tra l'Enel Basket Brindisi e la Grissin Bon Reggio Emilia. Un confronto tra i più belli ed emozionanti, giocato sempre a viso aperto da entrambe le formazioni, divise da una sana rivalità sportiva. Se le son date sempre di santa ragione, vittoriosa ora l'una, ora l'altra, equivalendosi quasi sempre sia sul piano del gioco che su quello delle indidualità. Max Menetti, ormai storico coach di Reggio Emilia con sette campionati consecutivi, intervallati da una breve comparsa a Montegranaro, sta sempre lì appollaiato su quella panchina che gli ha dato tante soddisfazioni, come le ultime due finali di campionato. Su quella brindisina, invece, andato via Piero Bucchi, sta ora seduto Meo Sacchetti, un allenatore vincente, con il quale Brindisi tenta di compiere un altro bel salto verso la scala dei valori di questo campionato.

lunedì 10 ottobre 2016

PISTOIA APPROFITTA DEL LETARGO BRINDISINO PER STRAPPARE UNA VITTORIA DAVVERO INSPERATA

Nella foto, Amath M'Baye, il migliore in campo per Brindisi

La partita che l'Enel Basket Brindisi ha giocato ieri sera a Pistoia è stato il più chiaro esempio di come si possa perdere una partita praticamente già vinta sul campo (89-81). La squadra bianco-azzurra ha fornito una prova bifronte, giocando i due quarti iniziali in maniera veramente eccellente (16-24, 34-42), un terzo quarto deludente (25-17) e l'ultima frazione di gioco semplicemente vergognosa (30-22), lasciandosi irretire nel peggiore dei modi da una formazione che ha giocato un basket scolastico, di una semplicità disarmante, ma comunque assai impegnato e concentrato. Brindisi è letteralmente scomparsa dalla scena, privata dell'apporto sostanziale delle guardie o dei "piccoli" che dir si voglia: i vari Moore, English, Spanghero, che avrebbero dovuto guidare i compagni in regia, sono apparsi dei veri fantasmi, incapaci di prendere iniziative in attacco e facendosi surclassare in difesa dagli avversari.

sabato 8 ottobre 2016

A PISTOIA L'ENEL BRINDISI VA SUBITO ALL'ATTACCO DELLA PRIMA VITTORIA IN TRASFERTA DI QUESTO CAMPIONATO

Nella foto, Amath M'Baye in azione contro Varese in precampionato.

Nella giornata odierna l'Enel Basket Brindisi è partita per la sua prima trasferta di questo nuovo campionato di Lega A, in quel di Pistoia. La confortante vittoria di domenica scorsa sulla Dolomiti Trento ha portato serenità e fiducia nell'intero ambiente cestistico brindisino: dalla squadra al suo allenatore, dalla società alla tifoseria, infatti, tutti hanno subito dimenticato le delusioni della pre-season e hanno riversato il proprio entusiasmo in vista della trasferta in Toscana caricando la squadra e invitandola a credere fortemente nella possibilità di effettuare il bis di vittorie. Se, però, tutto l'ambiente è in subbuglio per l'auspicata impresa in trasferta, coach Sacchetti ed i suoi atleti sanno bene che la durissima sconfitta di Cremona (67-87) avrà fatto da stimolo considerevole per la squadra di Vincenzo Esposito nei confronti di Brindisi, contro il quale "El Diablo" ha sempre vinto nelle tre partite finora disputate da allenatore (una con Caserta due stagioni fa, entrambe l'anno scorso col Pistoia).

domenica 2 ottobre 2016

OTTIMO ESORDIO DI CAMPIONATO PER L'ENEL BASKET BRINDISI

Nella foto, Nick Moore grande protagonista dell'incontro
La vittoria odierna della New Basket Brindisi è quanto mai preziosa, perché porterà benefici certi ad una squadra giovane, molto poco esperta di questo campionato e ancora in crescita fin troppo evidente. Certo, gli errori di Trento hanno favorito notevolmente la conquista del successo per Sacchetti e la sua squadra, ma fondamentale era non perdere la prima del campionato, per di più davanti ai propri tifosi. Molto confortante è stato l’atletismo dimostrato dal Brindisi, soprattutto al rimbalzo e questo è un dato molto positivo, sul quale Sacchetti ed i suoi collaboratori potranno lavorare per crescere ulteriormente.