domenica 18 settembre 2016

ANCORA UN 3° POSTO PER L'ENEL BRINDISI NEL TORNEO DI CASERTA. MERCOLEDI' 21 SI DISPUTERA' IL "PENTASSUGLIA"

Nella foto, una fase dell'incontro di Brindisi con Capo d'Orlando

Come già aveva fatto a Torino sette giorni prima, anche nel torneo di Caserta l'Enel Basket Brindisi ha guadagnato un 3° posto, vincendo il confronto con la pari classificata Betaland Capo d'Orlando per 71-68. Una sconfitta e una vittoria a Torino, altrettanto è arrivato a Caserta. Insomma, non c'è proprio da rallegrarsi, ma si è sempre detto - e lo ribadiamo decisamente anche in quest'altra occasione -  che vincere o perdere, in questa fase di preparazione, serve assai relativamente. Importante, se non proprio decisivo, è invece costituire un solido spirito di squadra e un perfetto affiatamento nel nuovo gruppo che va a costituirsi, oltrechè una perfetta intesa tra la squadra ed il suo allenatore. Meo Sacchetti sarà pure un bravissimo allenatore e lo ha ampiamente dimostrato nei sei anni trascorsi a Sassari, ma ha bisogno di tempo e di tutta la collaborazione con l'ambiente che ruota attorno alla squadra per far crescere i giocatori e portarli al meglio della condizione fin dal prossimo 2 ottobre.
Queste due settimane saranno le più importanti da affrontare e bisognerà arrivare caricati al punto giusto per sperare di affrontare l'esordio casalingo con il Trento con buone chances  di vittoria. Intanto, è tornato in squadra Marco Cardillo, il quale, da buon capitano, dovrà rappresentare il punto di riferimento strategico per i compagni e guidarli con la propria esperienza e con tutta la grinta che gli viene giustamente riconosciuta. Mercoledì sera, intanto, sarà la volta di Caserta a render visita ai brindisini nel palasport dedicato a big Elio per la 6^ edizione del Memorial Pentassuglia. Si giocherà anche per questa volta in una gara unica, ma il presidente Marino ha promesso che per la 7^ edizione si tornerà nuovamente al torneo a quattro squadre. Per la prima volta in questa stagione così la tifoseria brindisina avrà modo di conoscere ed apprezzare i nuovi beniamini, specie gli stranieri. E sono davvero tanti i nuovi che i tifosi avranno modo di conoscere e di veder giocare.

Nessun commento:

Posta un commento