giovedì 9 giugno 2016

REGGIO EMILIA STRAPPA LA SECONDA VITTORIA A MILANO E PORTA IL PUNTEGGIO SUL 2-2

Nella foto, Aradori va a canestro contrastato dal milanese Simon

Reggio Emilia raddoppia e porta Milano sul 2-2. Questo ha dichiarato gara-4 di questa sera, che ha mostrato la sua parte più bella e avvincente nella sequela del punteggio, con continui ribaltamenti da una parte e dall'altra nei minuti finali. Dal punto di vista tecnico ci sarebbe davvero da ridire, perchè il nervosismo che ha preso entrambe le squadre, le ha portate a commettere molti errori, soprattutto nei due ultimi quarti e, in particolare in quello finale. La partita, invece, è risultata bellissima dal punto di vista emotivo, anche se Reggio Emilia ha sempre condotto in testa la gara e Milano ha dovuto sempre rincorrere Della Valle e compagni. Nell'ultima frazione, poi, Reggio era riuscita ad acquisire un vantaggio di 11 punti quando mancava appena 1' 50" alla fine. Si pensava ormai che la gara fosse terminata lì, ma doveva ancora venire il meglio delle emozioni. Con tre triple consecutive più un libero supplementare (10-0 di parziale), Simon e Sanders riportavano sotto Milano sul 74-73 rendendo il finale per davvero drammatico e incertissimo.
Ma Reggio non ha voluto mollare neppure un centimetro, Kaukenas e Della Valle era glaciali ai tiri liberi, come lo era dall'altra parte anche Simon. Quando, poi, Sanders ha sbagliato il suo libero commettendo fallo sul rimbalzo, Lavrinovic allargava lo spazio tra le due squadre mettendo dentro i liberi decisivi. Finiva così una partita ricca di emozioni sul punteggio di 81-76, che significava il riaggancio di Reggio Emilia a Milano sul 2-2. Sabato sera si tornerà così nuovamente al Forum di Assago per la disputa di gara-5 e lunedì 13 nuovamente al Pala Bigi di Reggio Emilia. Nell'eventualità, poi, di un nuovo pari sul 3-3, gara-7 si disputerebbe definitivamente nella capitale lombarda.
Reggio Emilia ha avuto moltissimo questa sera dal recuperato Aradori, autore di una grande prova con 15 punti e 23 di valutazione, ma è riuscita a strappare la vittoria soprattutto perchè ha portato sei uomini in doppia cifra. Ogni giocatore reggiano ha portato acqua al proprio mulino, a differenza di Milano, che ha recuperato soltanto nel finale pirotecnico la validità totale di squadra, con il ritorno di Gentile, di Simon e di Sanders, oltre a McLean, il migliore dei suoi. Ma Reggio ci ha creduto di più meritandosi il gran finale e il 2-2 in casa propria riaprendo clamorosamente i giochi per lo scudetto.

Nessun commento:

Posta un commento