giovedì 9 giugno 2016

IL PRIMO ACQUISTO DI BRINDISI E' UN PIVOT E SI CHIAMA DANNY AGBELESE

Nella foto, Danny Agbelese con la maglia degli Hampton Pirates degli NCAA

Con un comunicato stampa delle ore 14,04, la società New Basket Brindisi ha oggi annunciato l'ingaggio del suo primo acquisto per la nuova stagione 2016-2017 di Lega A. Si tratta di un pivot, Danny Agbelese, alto 206 cm. con 107 kg.di peso, nato il 14 marzo1990 a Washington (USA), di passaporto nigeriano. Dopo il college con gli Hampton Pirates (NCAA), Danny inizia la carriera professionistica nel 2012 con la squadra iraniana Esteghlal Qeshm, trascorrendo l’anno successivo in Uruguay prima con Union Atletica Montevideo; infine, con Wanderers Paysandu. Dalla stagione 2014-2015 inizia la sua scalata dalle serie minori spagnole fino alla ACB: la prima annata la trascorre in LEB Silver con il Ceba Guadalajara (9,8 punti, 8,4 rimbalzi e 2,2 stoppate di media), dove viene eletto dal sito Eurocom come miglior difensore della lega e nominato nel quintetto ideale dell’anno.
Durante la scorsa stagione, Agbelese sale di due serie, iniziando l’anno in LEB Gold con l’Ourense Termal (9,3 punti, 6,4 rimbalzi, 1,2 palle recuperate e 1 stoppata di media) e passando a fine dicembre in ACB nel Gipuzkoa San Sebastian, squadra con la quale ha avuto miglior rendimento quando il suo minutaggio è salito (in 24 minuti contro il Manresa ha messo a referto 10 punti, 12 rimbalzi e 4 stoppate). Danny Agbelese vanta notevole potenza fisica e tecnicamente ha elevate potenzialità di crescita. Negli ultimi anni lo ha dimostrato giungendo in breve tempo in uno dei campionati più competitivi d’Europa come l’ACB (Serie A spagnola), dove riesce ad avere impatto sulle partite pur non avendo un minutaggio elevato (di media 14 min., 4,2 punti, con 1,1 stoppata e 4,1 rimbalzi).
Per quanto se ne sa, Agbelese dovrebbe essere più un gran difensore che un grande attaccante, ma lasciamo che Sacchetti e Giuliani costruiscano con pazienza e giudizio la nuova squadra, che, a quanto sembra, cambierà parecchio rispetto a quella della scorsa stagione.
Intanto, ha fatto gran piacere a tutti il ritorno a Brindisi di Marco Sist, il preparatore atletico che ha già lavorato negli anni scorsi con Piero Bucchi.

Nessun commento:

Posta un commento