sabato 11 giugno 2016

MILANO FA LA PARTE DEL LEONE IN CASA E PORTA SUL 3-2 IN SUO FAVORE I CONTI CON REGGIO EMILIA

Nella foto, il match-winner di gara-5 Lafayette è marcato dall'ottimo Della Valle

Milano ritorna grande e rimanda alla prossima gara-6 Reggio Emilia (97-73), confermando ancora una volta che in questa finale di play-off predomina sempre il fattore campo. Nessuna delle due contendenti riesce a superare l'avversaria sul campo avverso e così tutto lascia immaginare che anche gara-6 confermerà il leit-motiv di questa finalissima. Ora, infatti, Milano conduce per 3-2 e fra due giorni si ritornerà al Pala Bigi reggiano. La gara di questa sera è stata quasi un monologo per Milano, che ha subito messo a tacere le velleità della Grissin Bon inizialmente con capitan Gentile, che ha fatto la differenza nei minuti iniziali rendendosi protagonista di azioni esaltanti in "uno vs. uno", che nessuno riusciva a contenere. Il parziale del 1° quarto (29-8) ha dato ampia dimostrazione della forza dirompente che Milano ha messo in atto. Nella 2^ frazione, poi, Reggio Emilia si è ripresa, è tornata a giocare la sua pallacanestro chiudendo sul 52-31 i primi 20' della gara.
Nella ripresa, poi, si è assistito addirittura all'attacco iniziale di Della Valle e compagni, che hanno recuperato quasi tutto lo svantaggio con un parziale di 22-29, riportandosi sotto nel punteggio fino al 70-60. Repesa, però, ha chiamato time-out richiamando i suoi ad un impegno determinato e lì si è visto un grande Oliver Lafayette, che ha messo dentro tre triple consecutive sugli scarichi dei compagni respingendo così definitivamente la grande voglia di Reggio Emilia di riportarsi sotto con i decisi Della Valle, De Nicolao e Polonara. Il piccolo play-guardia di Baton Rouge, però, ha dato la spinta decisiva alla ripresa di Milano, fino a quando poi il punteggio è risalito su cifre più tranquille chiudendo sul 97-73 finale.
Ancora una volta così Milano ha mostrato i muscoli davanti al proprio pubblico, ma ora, se vorrà chiudere prima i conti, dovrà ripetersi a Reggio Emilia, così come aveva fatto in semifinale con la Reyer Venezia in gara-6.
Intanto, a proposito di questa gara-6 è sorta una querelle che sta ampliandosi sempre più a proposito del fatto che lunedì 13 gli sportivi italiani saranno chiamati a compiere una scelta angosciosa tra due impegni sportivi diversi che si disputeranno allo stesso orario: infatti, alle ore 20,45 di lunedì prossimo, oltre alla suddetta gara-6 tra Reggio Emilia e Milano di basket, si giocherà anche l'esordio dell'Italia contro il Belgio  negli Europei di calcio. Da più parti si grida allo scandalo invitando i responsabili televisivi a trovare un rimedio che possa consentire agli amanti del calcio e della pallacanestro di non perdere nessuna delle due gare. E' davvero assurdo che nessuno si sia accorto prima di questa incresciosa situazione che è venuta a crearsi.

Nessun commento:

Posta un commento