sabato 2 gennaio 2016

BRINDISI CHIEDERA' DOMANI A CREMONA IL LASCIAPASSARE PER LE FINALI DELLA COPPA ITALIA

Nella foto, Scottie Reynolds al tiro contro Berlino

Sarà clima da play-off domani sera, quando, alle ore 18,15, Brindisi e Cremona scenderanno sul parquet del Pentassuglia per dar vita ad una partita all'arma bianca. Cremona è già qualificata con il quinto posto in classifica per le Final Eight di Assago, mentre Brindisi deve ancora matematicamente qualificarsi  con l'ottavo posto attuale. Deve vincere necessariamente per respingere gli attacchi di Cantù, Caserta e Avellino, che inseguono tutte e tre con due punti di distacco in classifica. Non sarà, tuttavia, un'impresa facile battere la squadra di coach Cesare Pancotto, che si è giustamente meritata fin qui il titolo virtuale di squadra rivelazione della Lega A con tutta una serie di vittorie e di risultati convincenti. Brindisi dovrà fare ancora una volta ricorso a tutte le proprie energie, al cuore, alla determinazione e all'armonia di squadra per riuscire nell'intento di avere la meglio su un avversario fortemente motivato e deciso a compiere l'ennesima impresa.
Il Cremona ha saputo trovare subito l'intesa tra i propri reparti e l'amalgama tra giocatori vecchi, con capitan Luca Vitali e Cusin, e nuovi, tra i quali l'ex brindisino Elston Turner, Washington, Biligha e McGee. La partenza a razzo compiuta dalla Vanoli ha messo le ali all'entusiasmo della squadra e del suo pubblico, vincendo a getto continuo e guadagnandosi la testa della classifica.
Brindisi ha fino ad ora dovuto fare i conti con infortuni di vario genere, specie quando ha dovuto scoprire Harris in veste di playmaker impiegandolo al posto dei due titolari del ruolo, Reynolds e Cournooh. Non è stato facile riuscire nell'impresa, ma intanto questa squadra, con tutti gli acciacchi che aveva addosso, è stata capace di battere pure Cantù e Capo d'Orlando in trasferta, oltre a Venezia in casa,  facendo leva su un coraggio e uno spirito di sacrificio che ha destato per davvero la stima e la considerazione di tutti gli addetti ai lavori. Tra l'altro, poi, Brindisi doveva pure superare enormi difficoltà in Euro Cup cercando di mantenersi ugualmente degna di merito contro squadre attrezzate e ricche di energie. Ovviamente, è pure capitato di perdere un paio di volte in casa e almeno un paio delle quattro trasferte tra Pesaro, Avellino, Milano e Caserta, quando Brindisi ha dovuto giocare con sette giocatori validi costringendo Bucchi ad inventarsi manovre inusuali e giocatori fuori ruolo capaci di essere ugualmente validi.
Domani, però, non debbono esserci più scusanti valide. La squadra si è finalmente ritrovata al completo del proprio organico, ha potuto perciò allenarsi per bene e deve ottenere il massimo da questa partita che rappresenta un punto di partenza, ma pure di conferma di quanto essa ha compiuto negli ultimi campionati, quando si è sempre qualificata per la finale di Coppa Italia.
Intanto, è dell'ultima ora la notizia che arriva dall'infermeria circa le condizioni di salute di Banks, per il quale si prospetta la quasi certa impossibilità di scendere in campo domani pomeriggio.
Dirigerà questa partita la terna di arbitri composta da Manuel Mazzoni, Guido Federico Di Francesco e Beniamino Attard.

Nessun commento:

Posta un commento