domenica 31 gennaio 2016

BRINDISI RITORNA ALLA VITTORIA CONTRO SASSARI, MA HA DOVUTO FARE I CONTI CON LA SUA PAURA DI VINCERE

Nella foto, l'eccellente Alex Harris, qui ripreso contro Reggio Emilia

Mai vittoria era stata tanto apprezzata e salutata (88-82) dai sostenitori dell'Enel Basket Brindisi quanto quella riportata nella mattinata odierna a danno della Dinamo Sassari, anche perchè abbiamo avuto la possibilità di vedere a due facce la realtà attuale della squadra brindisina. Infatti, per 35' si è esibita sul parquet del Pentassuglia una squadra bella, pimpante, volitiva, concreta e spettacolare, che stava facendo finalmente sorridere i suoi appassionati supporters con una serie discreta di trame di gioco ad alto effetto tecnico e spettacolare. Tranne la partenza iniziale un po' in sordina, conclusa sul 22-23 di fine 1° quarto per Sassari, Brindisi prendeva il volo con l'eccellente Alex Harris (18 punti) che metteva in luce tutte le sue finora nascoste capacità di realizzatore da tre punti con una serie di tre bombe ad altissimo potenziale, tanto è vero che Brindisi andava avanti di 11 punti più volte (36-25, 38-27, 41-30) nel corso della 2^ frazione di gioco, col punteggio di 46-40 alla fine dei primi 20'.

sabato 30 gennaio 2016

PER BRINDISI E SASSARI DOMANI SI ANNUNCIA UN MEZZOGIORNO DI FUOCO

Nella foto, Oderath Anosike va a canestro in lay-up contro Bologna

Gli appassionati brindisini di pallacanestro domani non potranno sedersi a tavola per l'abituale desco domenicale. A mezzogiorno in punto dovranno assolvere ad un compito al quale non potranno sottrarsi assolutamente, perchè la loro squadra del cuore sarà impegnata nell'anticipo contro Sassari nell'ambito della 18^ giornata di campionato. Sarà così la quarta volta che Brindisi si esibirà sul parquet del Pentassuglia nell'anticipo domenicale: nelle gare precedenti, l'Enel Basket Brindisi ha vinto con Bologna e con Varese, ha perso con Reggio Emilia. Questa volta saranno i campioni d'Italia della Dinamo Sassari a sfidare Brindisi e sarà per davvero un'altra durissima battaglia tra le due squadre, gemellate da diversi anni e unite da comuni intenti societari, ma divise da un'acerrima rivalità sportiva, che risale fino ai tempi della serie A/2. Infatti, le due squadre se le sono sempre date di santa ragione, senza fare alcuna differenza tra gare in trasferta o casalinghe.

domenica 24 gennaio 2016

BRINDISI ARRIVA A UN SOL PASSO DALLA VITTORIA, MA CEDE NEL FINALE DOPO BEN TRE OVERTIME

Nella foto, Adrian Baks va a canestro  con Bologna nella gara d'andata

Brindisi non riesce più a vincere (109-115), anche quando, come è accaduto questa sera a Bologna, più volte ha avuto la possibilità di prendere un buon vantaggio nel finale di gara e aggiudicarsi questa incredibile partita. Per ben quattro volte, nel corso dei tempi regolamentari e dei tre supplementari, Banks ed i suoi compagni hanno avuto la possibilità di aumentare il minimo vantaggio di un punto (esattamente, sul 73-74 con la prodezza di Scott, e poi, nell'overtime, sul 78-79 con la tripla sempre di Scott, sul 87-88, e ancora sul 93-94), ma si sono sempre fatti raggiungere dal Bologna. Kadji ha avuto anche nelle mani la palla della vittoria nei regolamentari, ma l'ha sciupata malamente, a conferma di non essere proprio il tipo di giocatore che sa assumersi la leadership di una squadra e di condurla al successo. Non si può dire di più ad una squadra che si è battuta  con coraggio e decisione arrivando al terzo overtime, sul punteggio di 96 pari, pur se si è visto in maniera inequivocabile, per ben 35 minuti, che c'è qualcosa che si è rotto nei meccanismi di gioco della squadra e le impedisce di andare a canestro con buona fluidità come le capitava nelle prime giornate di questo campionato.

sabato 23 gennaio 2016

A BOLOGNA SI SPERA DI RIVEDERE DOMANI UN BRINDISI MIGLIORE E PIU' FORTUNATO

Nella foto, capitan Zerini supera Cuccarolo e va a schiacciare, nella gara d'andata con Bologna

Nel pomeriggio di domani, l'Enel Basket Brindisi tornerà a giocare sul parquet di Casalecchio sul Reno per affrontare i bianconeri della Virtus Bologna di coach Giorgio Valli. nel quadro complessivo della 17^ giornata di campionato - 2^ del girone di ritorno. La gara d'andata, a Brindisi, fu una delle più belle in assoluto del Brindisi di questo campionato, perchè coincise con l'high dello scarto maggiore delle vittorie di Brindisi (27 punti per l'81-54 definitivo), con nove uomini a referto e con un gioco di squadra veramente pregevole da parte del team di Piero Bucchi. Uno dei motivi di maggiore richiamo di questa partita sarà il ritorno del coach brindisino contro la squadra della sua città, nella quale egli si è forgiato in qualità di tecnico di buon valore proprio in compagnia di Giorgio Valli. Sarà davvero un bel confronto in panchina, questo odierno dei due amici-nemici, cresciuti all'ombra delle Due Torri.

lunedì 18 gennaio 2016

SCONFITTA ANCHE IERI DA PISTOIA, BRINDISI E' ORMAI SULL'ORLO DELLA CRISI

Durand Scott, il migliore in campo ieri sera

La dura sconfitta riportata ieri sera dall'Enel Basket Brindisi ad opera del Pistoia ha scoperto subito il principio di una crisi, finora latente e dovuta più che altro all'incessante falcidie di infortuni subiti, ma che ora è diventata aperta e preoccupante. Si è vista una squadra quasi ferma, bloccata da un certo senso di sfiducia e, soprattutto, vittima di una serie incredibile di palloni gettati al vento, persi in modo banale dai tre registi che si sono avvicendati alla guida della squadra. Reynolds, Cournooh e Harris, con l'intervento saltuario anche di Banks, hanno fatto tanta confusione, soprattutto quando il coach avversario Esposito ha schierato la sua squadra con una zona efficace e molto aggressiva. Le 17 palle perse in fase di costruzione della manovra stanno lì a denunciare l'assenza di tranquillità da parte dei giocatori, apparsi per altro sfiduciati anche in fase di tiro. Una squadra di serie A non può esibire un misero 5/30 nel tiro da tre punti, davvero vergognoso.

sabato 16 gennaio 2016

UN BRINDISI ANCORA IN EMERGENZA AFFRONTERA' DOMANI SERA UN GRANDE PISTOIA

Nella foto, il bel duello sotto le plance tra Gagic e Kirk nella gara d'andata 

Domani sera, il palasport "Elio Pentassuglia" dovrà tornare a ruggire come all'epoca dei bei tempi andati per sostenere la propria squadra, l'Enel Basket Brindisi, nei confronti della Giorgio Tesi Pistoia di coach Vincenzo Esposito. Si annuncia, quindi, una partita durissima, che si trasformerà in un'autentica battaglia, perchè Brindisi ancora una volta sarà in piena emergenza, come le sta capitando ormai da quattro mesi a questa parte. Di conseguenza, i padroni di casa dovranno puntare tutte le proprie chances di vittoria sulla bagarre e sulla lotta all'arma bianca, se vorranno pensare di battere un'avversaria che si è rivelata davvero forte nel corso della prima parte di questo campionato. 
D'altro canto, a parlare è proprio la classifica della squadra toscana, spesso presente addirittura al primo posto e attualmente quarta, ma a sole due lunghezze dalla vetta con 20 punti.

venerdì 15 gennaio 2016

A CHI VERRA' ASSEGNATO IL PREMIO "MVP EBERHARD" DEL GIRONE DI ANDATA?

Nella foto, Andrea Zerini mentre va a schiacciare il pallone nella gara contro l'Upea di Capo d'Orlando

Nel tardo pomeriggio di oggi, l'Ufficio Stampa dell'Enel Basket Brindisi ha inviato agli organi d'informazione il seguente comunicato, nel quale si annuncia una bella iniziativa di uno dei vari sponsor che sono vicini alla società. Eccolo qui, riprodotto integralmente: "Ancora poche ore per votare l’ ‘MVP Eberhard’ del girone di andata. Domenica 17 gennaio, durante l’intervallo di Enel Basket Brindisi – GTG Pistoia, il giocatore che avrà ottenuto il maggior numero di preferenze sarà premiato con un prestigioso orologio ‘Champion V Time Only’ di Eberhard & Co. Si terrà dunque questa domenica il secondo atto di celebrazione della partnership tra Enel Basket Brindisi, la Maison svizzera di orologeria Eberhard & Co. e la gioielleria Cisternino Preziosi. A consegnare l’orologio messo in palio sarà Fabrizio Cisternino, amministratore unico di Cisternino Preziosi e presenza fissa con la propria famiglia nel palazzetto dello sport Elio Pentassuglia.

giovedì 7 gennaio 2016

ORA E' UFFICIALE: ODERAH ANOSIKE E' IL NUOVO PIVOT DELL'ENEL BASKET BRINDISI

Nella foto, Oderah Anosike, il nuovo pivot dell'Enel Basket Brindisi

Oderah Anosike è un giocatore dell'Enel Basket Brindisi. Come lo stesso presidente Nando Marino ha avuto modo di confermare nel primo pomeriggio di oggi nella trasmissione "Palazzo Nervegna" su Studio 100, alle 16,49 di oggi la società ha inviato la comunicazione ufficiale dell'acquisto del giocatore americano. Il centro newyorkese, che qui nella foto vediamo ripreso proprio contro il brindisino James Mays nello scorso campionato con la maglia della Sidigas Avellino, potrà così tornare a giocare nel campionato italiano di Lega A, dopo aver cominciato la stagione in Spagna, e precisamente nel Baskonia. Dopo quelle di Pesaro e Avellino, Anosike potrà così indossare la maglia bianco-rosso-blu dell'Enel Basket Brindisi.

POTREBBE ESSERE ODERAH ANOSIKE IL NUOVO CENTRO DELL'ENEL BASKET BRINDISI

Nella foto, Oderah Anosike, il probabile nuovo centro dell'Enel Basket  Brindisi 

Potrebbe essere Oderah Anosike il nuovo pivot dell'Enel Basket Brindisi. La trattativa condotta dal "giemme" Giuliani sarebbe assai vicina alla conclusione definitiva per il trasferimento del giocatore a Brindisi. Anosike è un pivot americano nato da genitori nigeriani, alto m. 2,03, di 25 anni compiuti il 3 gennaio, 109 kg. di peso e ha iniziato la stagione nelle file del Baskonia, in Spagna. Egli è noto soprattutto per aver giocato con ottimi risultati due anni fa a Pesaro e la scorsa stagione ad Avellino. Per due anni consecutivi, il pivot newyorkese ha vinto la classifica di miglior rimbalzista del campionato di Lega A ed ha il suo pregio migliore nelle doti acrobatiche con cui va al rimbalzo e a canestro. E' molto probabile che già nella giornata odierna possa esserci la firma del contratto e che Anosike  sia un giocatore di Brindisi fin dalla prossima partita, la prima del girone di ritorno, in casa contro Pistoia, domenica 17 gennaio.

domenica 3 gennaio 2016

UN CREMONA FORTEMENTE MOTIVATO LASCIA BRINDISI FUORI DALLA PORTA DELLE FINAL FOUR DI COPPA ITALIA

Nella foto, Scottie Reynolds è ripreso mentre conclude in lay-up contro Bologna

La prestazione di questa sera di Brindisi contro la Vanoli Cremona sta tutta riprodotta nella partita disputata da Scottie Reynolds, l'uomo-immagine della squadra: un primo tempo deludente, miserrimo, arido, con una regia senza capo nè coda, infarcito di soli due punti di realizzazione, ma pure di palle perse a iosa. Forse Bucchi avrà fatto una lavata di testa a Reynolds negli spogliatoi durante l'intervallo, ma forse più convincenti saranno stati i fischi del pubblico indirizzati al giocatore nel corso dei primi 20'. Sta di fatto che, nella ripresa, si è visto tutto un altro giocatore, bello a vedersi, pimpante e motivatissimo, praticamente incontenibile, ma soprattutto concreto e risolutivo come raramente ci aveva fatto vedere prima, autore di giocate da applausi a scena aperta. Ai soli due punti del primo tempo, Reynolds ne ha aggiunti ben 18 nella seconda parte della gara. Ovviamente, anche la squadra è salita di livello ingaggiando una lotta acerrima contro un Cremona al quale va fatto tanto di cappello per l'immagine e per la prestazione complessiva messe in mostra stasera nel Pentassuglia.

sabato 2 gennaio 2016

BRINDISI CHIEDERA' DOMANI A CREMONA IL LASCIAPASSARE PER LE FINALI DELLA COPPA ITALIA

Nella foto, Scottie Reynolds al tiro contro Berlino

Sarà clima da play-off domani sera, quando, alle ore 18,15, Brindisi e Cremona scenderanno sul parquet del Pentassuglia per dar vita ad una partita all'arma bianca. Cremona è già qualificata con il quinto posto in classifica per le Final Eight di Assago, mentre Brindisi deve ancora matematicamente qualificarsi  con l'ottavo posto attuale. Deve vincere necessariamente per respingere gli attacchi di Cantù, Caserta e Avellino, che inseguono tutte e tre con due punti di distacco in classifica. Non sarà, tuttavia, un'impresa facile battere la squadra di coach Cesare Pancotto, che si è giustamente meritata fin qui il titolo virtuale di squadra rivelazione della Lega A con tutta una serie di vittorie e di risultati convincenti. Brindisi dovrà fare ancora una volta ricorso a tutte le proprie energie, al cuore, alla determinazione e all'armonia di squadra per riuscire nell'intento di avere la meglio su un avversario fortemente motivato e deciso a compiere l'ennesima impresa.