sabato 5 dicembre 2015

A CAPO D'ORLANDO, BRINDISI VUOL RITROVARE NUOVAMENTE GRINTA E DETERMINAZIONE DEI GIORNI MIGLIORI

Nella foto, Kenneth Kadji va per schiacciare

Riprende il campionato con la 10^ giornata di Lega A e il calendario metterà di fronte domani 
l'Orlandina di Capo d'Orlando e l'Enel Basket Brindisi. Fino ad ora le due squadre hanno compiuto un cammino più o meno uguale in classifica: 10 punti Brindisi con l'8° posto solitario, 8 i padroni di casa. Entrambe hanno lasciato intravvedere buone capacità con un roster più che discreto, pur se hanno dovuto subire numerosi infortuni, che ne hanno un bel po' tarpato le ali. I due tecnici, Griccioli e Bucchi, tutto sommato, si sono dichiarati comunque abbastanza soddisfatti di quanto fino ad ora le rispettive squadre hanno compiuto. Nell'ultima giornata, l'Orlandina è stata travolta (52-77) in casa propria da un Sassari schiacciasassi, mai visto così forte in questo campionato, forse perchè il nuovo tecnico Calvani ha saputo dare la svolta decisiva alla squadra, quella che forse Sacchetti non riusciva più a imprimere ad una formazione notevolmente cambiata rispetto agli anni precedenti.
Brindisi, invece, prima ancora di perdere ogni speranza in Euro Cup contro la forte Gran Canaria, aveva rimandato indietro sconfitto il Varese di Paolino Moretti, mettendo in campo la grinta e la concentrazione più giuste, necessarie ormai in ogni partita per battere l'avversario. Pur se era priva addirittura di tre giocatori da quintetto - Reynolds, Scott e Cardillo - Brindisi aveva risposto alle difficoltà con un gran gioco di squadra, grazie al quale ha potuto sopperire anche alle assenze facendo la felicità dei propri sostenitori.
Domani pomeriggio, a Capo d'Orlando, quasi certamente i tre assenti saranno disponibili, però non sappiamo fino a qual punto. Bucchi saprà certamente come utilizzarli, sia pure con minutaggi corti e limitati. Sta di fatto, però, che sarà una battaglia durissima, soprattutto perchè in casa propria la squadra siciliana sa come farsi rispettare contando sempre sui soliti anziani Basile, Bowers, Metreveli e Nicevic, ma pure sui giovani Laquintana e Iasaitis, che si sono ben inseriti in questo gruppo.
Inizialmente, Bucchi farà ancora ricorso ad Harris e Cournooh in regia, alternandoli con Banks e Marzaioli, mentre Zerini e Kadji daranno una buona alternativa a Gagic e Milosevic, con quest'ultimo che forse qui in Sicilia potrebbe giocarsi l'ultima chance, se non dovesse tirar fuori grinta e orgoglio, come aveva fatto nelle gare precedenti.
Alle 18,15 di domani, allora, con la direzione della terna composta da Filippini, Biggi e Attard, Capo d'Orlando e Brindisi si batteranno per guadagnersi una migliore posizione in classifica, anche in vista dei migliori schieramenti per qualificarsi alla Final Eight di Coppa Italia. Come sempre, la gara verrà ripresa e diffusa in diretta televisiva da Telenorba 24, con la telecronaca di Antonio Celeste e coach Renato Franza.





Nessun commento:

Posta un commento