domenica 29 novembre 2015

CON VARESE, BRINDISI GIOCA AL GATTO COL TOPO: PRIMA CI SCHERZA E POI LO AZZANNA

Nella foto, Andrea Zerini tira da tre punti, qui ripreso contro Pistoia

E' stata la vittoria della volontà, dello spirito di sacrificio e della gran voglia di vincere che hanno permesso a Brindisi di dare la svolta decisiva ad una partita che si era messa male fin dall'inizio. Varese sapeva ben approfittare dei clamorosi errori in palleggio di Banks e andava a spron battuto alla chiusura del 1° quarto sul 19-13 in suo favore. Ancora peggio, poi, si rivelava il 2° quarto, poichè i tiratori bianco-azzurri avevano le polveri bagnate in attacco e, di contro, non riuscivano a chiudere in tempo la cerniera difensiva, che veniva violentata più volte dal folletto Wains, imprendibile col suo compasso rapidissimo. Davies, Faye e Campani lavoravano bene in difesa e in attacco, riuscendo a battere spesso sul tempo i difensori di Bucchi. Il 14 pari della 2^ frazione portava le due squadre sul 33-27 in favore dei varesini, mentre Brindisi era in evidente affanno.

sabato 21 novembre 2015

BRINDISI ATTENDE VARESE CON LA SMANIA DI TORNARE ALLA VITTORIA DOPO DUE SCONFITTE CONSECUTIVE



Nella foto, lLa squadra dell'Enel Basket Brindisi

La sonora sconfitta subìta dall'Enel Basket Brindisi contro la squadra francese del Le Mans in Euro Cup ha detto molte verità sull'immediato destino del team bianco-azzurro. Quell'ultimo quarto perso da Brindisi con un parziale di 26-5 è stato la risposta più logica per una squadra corta, monca perchè acciaccata e, di conseguenza, inadatta a tenere fino in fondo il peso della doppia fatica tra Coppa Europea e campionato. Ieri sera, Brindisi ha retto discretamente per 35' il confronto con gli avversari, fino al 40 pari del 3°quarto, ma poi è crollata di schianto, non ce l'ha fatta più a tenere i ritmi frenetici dei francesi. Non si può reggere il confronto con squadre forti e complete, se si ha poi la sfortuna di dover affrontare il confronto con tre giocatori da quintetto in meno. Senza Zerini, Scott e Reynolds è già tanto quanto ha fatto la squadra in questa partita.

mercoledì 18 novembre 2015

L'ENEL BRINDISI BAGNA LA SUA PRIMA VITTORIA IN EURO CUP CONTRO REGGIO EMILIA

Nella foto, Adrian Banks, il miglior uomo in campo in assoluto

Brindisi rompe finalmente il ghiaccio e conquista la sua prima vittoria in Euro Cup. Sua vittima è stata la squadra italiana della Grissin Bon di Reggio Emilia, che ha battuto con il punteggio di 87-81. La soddisfazione di essersi guadagnato il primo successo è davvero grande, anche perchè esso ha un doppio significato: aver  battuto la squadra italiana contro la quale essa si era lasciata sfuggire sei mesi fa la possibile qualificazione alla semifinale-scudetto proprio sul parquet del Pentassuglia. Ma quel che conta soprattutto è aver cancellato quello zero nella casella delle vittorie in Coppa che dava tanta rabbia e delusione ai propri tifosi. Per la verità, la partenza di Brindisi stasera era stata davvero allucinante, perchè Reggio Emilia era schizzata subito via come un razzo (11-2 al 3') prendendosi subito una decina di punti di vantaggio nella prima frazione, anche perchè Bucchi era partito con il quintetto meno forte, per far riposare un po' di più i suoi giocatori migliori, apparsi un po' stanchi nella partita di Pesaro persa domenica scorsa.

STASERA, CONTRO REGGIO EMILIA, BRINDISI VUOL VINCERE LA SUA PRIMA GARA DI EURO CUP

Nella foto, il duello tra capitan Zerini e il reggiano Silins
Alle ore 20,45 di questa sera sul parquet del Pentassuglia si rinnoverà il confronto tra l'Enel Basket  Brindisi con la Grissin Bon Reggio Emilia, che ha fortemente caratterizzato nella scorsa stagione un quarto di finale per la lotta tricolore. Allora ebbe la meglio per 3-2 la squadra reggiana, ma Brindisi era arrivata davvero a un sol passo dalla semifinale per lo scudetto. Stasera, le due squadre giocheranno per l'Euro Cup e si tratterà della gara di ritorno. Quella di andata, infatti, si disputò in Emilia e a prevalere fu la squadra di coach Menetti, superando Brindisi per soli tre punti in un finale spasmodico, dopo che Bucchi e i suoi avevano dominato la partita fino al 35' di gioco. Il rientro in squadra di Reynolds, quello probabile di David Cournooh, il risveglio dal letargo da parte di Gagic e di Milosevic potrebbero essere altrettanti, decisivi atouts in favore di Brindisi, che non ha ancora vinto una partita in questa edizione di Euro Cup: cinque partite, cinque sconfitte.

domenica 15 novembre 2015

BRINDISI NELLA RIPRESA GIOCA A CIAPANO' E PESARO LA PUNISCE VINCENDO CON PIENO MERITO

Nella foto, Adrian Banks, autore di una buona partita

Come si può perdere una partita già vinta! Potremmo definirla in questo modo, la sconfitta che Brindisi si è meritata nell'Adriatic Arena di Pesaro. Non è servito praticamente a nulla aver condotto ininterrottamente per 35 minuti di fila dominando nettamente l'avversario per tutto il primo tempo, con vantaggi fino a 14 punti (21-35 al 15'), difendendo bene e partendo in transizione. Pesaro era già sulle ginocchia e il pubblico di casa ha cominciato a fischiare sonoramente. Ma quei fischi sono serviti più a Pesaro che a Brindisi, perchè i pesaresi hanno tirato fuori grinta e determinazione, mentre i brindisini si sono addormentati sugli allori guardandosi con compiacenza allo specchio. Sta di fatto che i padroni di casa hanno chiuso il primo tempo sotto di quattro punti (35-39) dopo aver compiuto una gran bella rimonta.

sabato 14 novembre 2015

DOMANI BRINDISI SARA' A PESARO PER UN ALTRO BEL DERBY DELL'ADRIATICO

Nella foto, Scottie Reynolds, nuovamente in campo contro Berlino

Dopo aver concluso brillantemente con la vittoria il temutissimo derby dell'Adriatico con la Reyer Venezia, Brindisi si appresta ad affrontarne subito un altro, non meno prestigioso e delicato. Domani pomeriggio, infatti, l'Enel Basket Brindisi sarà a Pesaro per rinverdire uno scontro che negli anni scorsi ha sempre destato le attenzioni delle due tifoserie e che ha visto vincere ora l'uno, ora l'altro dei due contendenti. Nello scorso campionato, fu Brindisi a prevalere in entrambe le occasioni, ma la squadra marchigiana per questo campionato si è attrezzata meglio e il presidente Costa e coach Paolini hanno messo su una squadra giovane e veloce, ricorrendo ad un cambiamento pressochè totale del roster pesarese. Commetterebbe un grave errore, quindi, Brindisi ad affrontare Pesaro con la mentalità sbagliata. Ci vorranno, invece, il massimo impegno e la più grande concentrazione per tenere a bada i padroni di casa, che punteranno tutto sull'aggressività e sulla rapidità dei propri schemi.

giovedì 12 novembre 2015

SKY RILANCIA IL SUO IMPEGNO NEL BASKET ITALIANO



Brindisi ha salutato oggi, 12 novembre, nella speciale conferenza stampa tenutasi all'interno del Pala Pentassuglia, l'impegno preso da Sky di puntare sul basket rilanciandolo con un’offerta sempre più ricca e completa, che fa diventare questo sport il terzo pilastro della programmazione sportiva, dopo calcio e  motori. "Un impegno guidato dall’ “amore per lo sport” e dalla volontà di raccontare ogni giorno, con passione, gli eventi sportivi", recita il comunicato inviato da Romina Bassini, dell'Ufficio Stampa Sport di Sky. Dal basket italiano, con il ritorno della Serie A Beko, ai più grandi campionati europei (Eurolega e Eurocup) e americani (NBA e NCAA). Un match al giorno, da tutto il mondo, per un totale di 1.000 ore live di basket, è l'impegno preso dagli operatori dell'informazione di Sky .
E su Sky si potranno vedere anche le partite dell’Enel Basket Brindisi, in campionato (Sky Sport HD) e in Eurocup (su Eurosport HD). Prossimo impegno su Sky, domenica 29 novembre, quando sarà possibile seguire l'Enel Basket Brindisi in campionato, nell’impegno casalingo contro Varese.

mercoledì 11 novembre 2015

BRINDISI CI PROVA A VINCERE, MA BERLINO DIMOSTRA DI ESSERE PIU' FORTE

Nella foto, Scottie Reynolds tira in jump contro Bologna prima dell'infortunio

La notizia più bella e importante che è venuta fuori dalla partita di questa sera tra Brindisi e Berlino è stata quella del rientro in squadra di Scottie Reynolds. Nessuno se l'aspettava, perchè si riteneva che il regista dell'Enel Basket Brindisi non fosse ancora pronto per scendere in campo. Invece, questo è accaduto, per la gioia dei suoi tifosi, soprattutto perchè Scottie non ha fatto la semplice comparsa, ma è stato un protagonista importante della partita di questa sera. E questa circostanza positiva desta tanto buon umore a questa squadra, che era parsa smarrita nelle prime partite, salvo poi ricompattarsi in quelle successive fino a trovare il bandolo della matassa arrivando a battere perfino la grande Reyer Venezia. Ci ha pure provato stasera con l'Alba Berlino, una squadra certamente superiore a quella bianco-azzurra, ma soltanto il risultato finale non le ha dato ragione, perchè, per il resto, Brindisi ha disputato un'ottima partita tenendo sempre testa all'avversario, fin quasi a raggiungerlo in rimonta nel finale e perdendo di soli quattro punti (68-72).

martedì 10 novembre 2015

BRINDISI E BERLINO DOMANI IN CAMPO PER UN GRAN BEL TESTACODA IN CLASSIFICA

Nella foto, il bravo Domenico Marzaioli in azione contro Venezia

Domani sera le porte del Pala Pentassuglia si riapriranno nuovamente per dare inizio ad una nuova, bellissima avventura di pallacanestro. Alle ore 20,45 saranno in campo Brindisi e Berlino per la 5^ gara di andata dell'Euro Cup. Toccherà così anche all'Alba Berlino scendere sul parquet brindisino per onorare con la propria presenza la partecipazione della squadra di Brindisi: una società di provincia contro quella della capitale di Germania, una delle città più belle e rinomate del mondo. Nella gara di ritorno saranno sicuramente tanti gli sportivi brindisini che si recheranno a Berlino, cogliendo così un'occasione unica e invitante per fare una bella scampagnata, ma soprattutto per ammirare le bellezze di quella città.

sabato 7 novembre 2015

BRINDISI E VENEZIA ANCORA DI FRONTE PER UN ALTRO APPASSIONANTE DERBY DELL'ADRIATICO

Nella foto, Durand Scott in jump contro Bologna

Domani pomeriggio, il Pala Pentassuglia tornerà a riempirsi di grande partecipazione di pubblico e di forti emozioni. Sarà sua ospite la Reyer Umana Venezia, una delle squadre più prestigiose del basket italiano e una delle rivali più accese della squadra brindisina. Brindisi e Venezia da almeno 40 anni dànno vita ad uno dei più bei derby dell'Adriatico, con un bilancio ancora favorevole alla squadra lagunare, ma che, specie negli ultimi campionati, è stato rivitalizzato da Brindisi con più di qualche vittoria sia in campionato che nelle Final Eight di Coppa Italia. Nel campionato di quest'anno le due squadre sono divise da soli due punti, con Venezia che è partita a spron battuto confermandosi in testa alla classifica insieme a Milano, Reggio Emilia e la sorprendente Pistoia con otto punti. Brindisi segue subito a ruota con sei, dovendo accusare un serio infortunio al suo uomo migliore, il regista Scott Reynolds, fermato più di due settimane fa da un infortunio al ginocchio che ancora gli sta creando seri problemi.

martedì 3 novembre 2015

BRINDISI VA IN GERMANIA PER CERCARE UNA VITTORIA DI PRESTIGIO IN COPPA EUROPA

Nella foto, David Cournooh colpisce in jump dall'angolo contro Cantù

Alle ore 19,50 di questa sera gli appassionati brindisini - e non - di basket potranno godersi la diretta televisiva su Telenorba 24 della partita di Euro Cup da Ludwisburg, in Germania, tra la squadra di casa e l'Enel Basket Brindisi. A raccontarla, come al solito, saranno Antonio Celeste e Francesco Guadalupi. Si tratterà di un'altra partita in trasferta, dopo quella vittoriosa riportata dalla squadra brindisina a Cantù. Tre giorni soltanto saranno sufficienti a far smaltire ai ragazzi di Piero Bucchi tutte le tossine accumulate in quella partita così dura e difficile, tra l'altro allungata da un overtime giocato all'arma bianca? Speriamo di sì, anche perchè l'occasione di esordire con una vittoria in questa Coppa europea è troppo importante, se si considera che Brindisi ha sempre perso nelle tre precedenti occasioni, fuori casa a Reggio Emilia e due volte in casa contro i francesi del Le Mans e gli spagnoli di Gran Canaria.