domenica 4 ottobre 2015

UN BRINDISI SCIUPONE NEL FINALE DELLA GARA SI FA SOTTRARRE LA VITTORIA DA UN BUON PISTOIA

Nella foto, Banks e Reynolds si divertono a veder giocare i compagni

In tutta sincerità voglio dire che non mi aspettavo di vedere l'Enel Basket Brindisi così ingenua, altalenante nel rendimento, lenta e inconsistente sotto i tabelloni. Nello stesso tempo, però, insieme ai vari difetti, ho pure visto più di qualche buon pregio, in particolare per quanto riguarda gli esterni. Brindisi ha giocato a sprazzi e questo è pure normale che accada, visto che siamo soltanto alla gara d'esordio. Ma beccare un 12-0 di parziale nel primo quarto è proprio da polli, soprattutto poi quando vedi i tuoi giocatori scivolare sul parquet nel corso di tutta la partita. Ma cosa avevano calpestato prima di scendere in campo? E' possibile che oggi si vedano ancora dei fenomeni di questo genere e non si sia poi riusciti a rimediare, visto che la squadra ha perso almeno 4-5 palloni a causa di scivolamenti vari, l'ultimo dei quali sul pallone che ha permesso a Filloy di fissare il risultato finale sull'85-78?
La partita è stata abbastanza piacevole a vedersi, specie nelle due occasioni dei finali del 2° e 3° quarto, quando Brindisi ha recuperato passivi di sei-otto punti portandosi poi avanti nel punteggio. E lì si sono potute apprezzare connotazioni di natura tecnica davvero belle, specie quando Reynolds e Cournooh hanno potuto giostrare in velocità contro un Pistoia nient'affatto male e capace di folate offensive di un certo peso specifico. A fine partita, come credo sia capitato a tutti i brindisini che hanno seguito la gara dalla TV, ero certamente contrariato per la sconfitta, ma ero pure soddisfatto per il buon basket che Bucchi e i suoi ci hanno fatto vedere, sia pure a sprazzi.
Le osservazioni di natura tecnica, però, non possono prescindere dall'assenza quasi totale di Gagic, apparso per davvero troppo indietro rispetto ai compagni, per non dire di Milosevic, che non l'abbiamo visto affatto (Bucchi lo ha schierato per soli 6'). Speriamo che questo ragazzo possa recuperare presto la forma fisica, perchè non mi va proprio di ripetere quanto abbiamo detto negli ultimi tre anni, di Brindisi che non becca più un pivot buono, tranne il povero e sfigato Simmons.
Bravo Cournooh, decisamente in ascesa. Buono Reynolds, ma, benedetto ragazzo, perchè non ha tirato in quell'occasione nel finale, con la quale Brindisi poteva ritornare in vantaggio sull'80-79 per noi e chiudere forse la partita? Niente male anche Harris e Scott, decisamente meglio il primo però. Kadji la stoffa del campione ce l'ha, ma stasera ogni tanto si è perso nel traffico. Bancks è stato croce e delizia, pur se si vede che è baciato dal talento, come ha fatto vedere in qualche occasione.
Vabbè, è andata così, la prima partita può sempre riservare sorprese, questa volta è andata male, ma domenica prossima bisognerà accogliere Bologna con tutti gli onori del caso, tra l'altro in zona-pranzo, mentre la gente normale starà seduta a tavola.



Nessun commento:

Posta un commento