sabato 17 ottobre 2015

SASSARI E BRINDISI NUOVAMENTE DI FRONTE PER LA TERZA DI CAMPIONATO

Nella foto, Kenny Kadji, ex di lusso, schiaccia prepotentemente contro Bologna

Si rinnova nuovamente, domani sera, nel Pala Serradimigni, il duello tra Sassari e Brindisi, due team assai vicini e affratellati dall'amicizia tra i rispettivi presidenti Sardara e Marino, ma pure dalla considerazione e dalla stima che i due tecnici Sacchetti e Bucchi nutrono uno per l'altro. Ogni volta che arriva questo evento si prepara una nuova battaglia, senza esclusione di colpi, per la voglia di entrambe di confrontarsi e di superarsi a vicenda. Domani sera, infatti, a rendere ancor più infuocato il confronto ci sarà la grossa novità dello scudetto tricolore, del quale la squadra sarda potrà fregiarsi nei confronti di Brindisi. D'altro canto, Marino, Bucchi e i giocatori avranno un motivo in più per battersi contro la squadra campione d'Italia con maggiore determinazione.
Brindisi viene dalla sconfitta, quasi indolore, subita in Euro Cup da Reggio Emilia. Sassari non le sarà da meno, perchè anch'essa ha ceduto di misura nella gara d'esordio in Europa. Entrambe avranno, quindi, la ferma volontà di rifarsi e di vincere per superarsi, ma pure per compiere un deciso passo in avanti nella classifica di Lega A. Sassari ha rinnovato un bel po' l'organico, a cominciare dal playmaker ex Siena Marquez Haynes, che ha sostituito Jerome Dyson, insieme a Rok Stipcevic, per finire ai due centri statunitensi Petway e Varnado. Ma, quel che più conta per i sardi, a smuovere le corde vocali della tifoseria sarà ancora David Logan, il mitragliere principe della squadra, uno dei pochi rimasti insieme a Formenti e a Sacchetti. Se Sassari potrà schierare l'ex di turno Formenti, Brindisi potrà fare altrettanto con Kadji, che vorrà certamente disputare una grande prova contro i suoi ex compagni.
Che partita sarà questa per Brindisi? A mio modesto parere, sarebbe già sufficiente ripetere la prestazione brillante di Reggio Emilia per poter nutrire buone speranze di successo, anche perchè, come è capitato per Brindisi, Sassari ha da smaltire le difficoltà comuni a tutte le squadre che cambiano molto. Reggio Emilia ha battuto Brindisi facendo valere la forza del proprio organico, ma soprattutto la possibilità di contare su un gruppo compatto e sempre ben affiatato.
A dirigere il confronto di domani tra Sassari e Brindisi, che avrà inizio in posticipo alle ore 20,45, sono stati chiamati gli arbitri Seghetti, Mazzoni e Ursi. Va ricordato pure che la partita sarà ripresa e diffusa in diretta sui teleschermi di RAI Sport 2.




Nessun commento:

Posta un commento