domenica 13 settembre 2015

L' ITALIA DEL BASKET BATTE ISRAELE E SI PREPARA AD ENTRARE NELLE PRIME OTTO SQUADRE D'EUROPA

Nella foto, Alessandro Gentile, protagonista assoluto contro Israele

L'Italia del basket continua la propria strada senza tentennamenti di sorta verso la fase finale degli Europei perseguendo come obiettivo quello di classificarsi tra le prime otto squadre. Al momento è già nei quarti col 7° posto. Stasera ha sbaragliato il campo senza indugi e con un passo da grande squadra contro Israele (82-52) lasciando in tutti una grande impressione. Non era proprio una squadretta, l'Israele di questa sera, ma è stata proprio l'Italia a sminuire il suo valore e le sue potenzialità. Facendo riferimento ad una difesa d'eccezione, Pianigiani ed i suoi giocatori hanno macinato gioco prendendo subito un buon vantaggio (30-20) a fine 2° quarto, ma è stato proprio al rientro dagli spogliatoi che gli azzurri sono diventati un rullo compressore mettendo a segno un parzialone di 28-9 che ha segnato un solco irraggiungibile tra le due formazioni.
In una serata in cui Belinelli e Gallinari hanno potuto rifiatare stando seduti spesso comodamente in panchina, è venuto fuori il genio e il talento di Alessandro Gentile, autore di una prova magistrale (27 punti, 8 falli subiti) e capace di smontare la difesa israelita con una serie di proiettili dalla media e lunga gittata. Lo hanno aiutato in questa impresa anche personaggi, come Melli e Cinciarini, che fino a questo momento avevano avuto pochi spazi per mettersi in evidenza. Ma è stato pure il giovane Amedeo Della Valle a piacere moltissimo, con quel suo gioco sfrontato e produttivo, per altro già visto anche a Brindisi in fase dei play-off. Pianigiani lo ha messo in campo nell'ultimo quarto e il ragazzino lo ha ripagato con una prova brillante e proficua. Bene si è pure espresso il pivot Cusin, messo in campo per sostituire l'infortunato Bargnani, come pure il bravo Polonara, che ha esordito senza paura mettendo a segno subito un canestro che gli ha dato immediata fiducia. Insomma, l'Italia apprezzata contro Israele è piaciuta moltissimo, anche perchè Pianigiani ha potuto dare uno sguardo agli altri, che potranno venirgli utili nei prossimi, durissimi impegni.

Nessun commento:

Posta un commento