martedì 26 maggio 2015

UN BRINDISI TROPPO NERVOSO CROLLA IN GARA-4 SOTTO I COLPI DI UNA REGGIANA PIU' DETERMINATA. SI VA COSI' A GARA-5

Nella foto, Andrea Zerini e Darius Lavrinovic a confronto diretto

Brindisi e Reggio Emilia vanno così alla quinta e decisiva partita, dopo aver impattato sul 2-2 ieri sera sul parquet del Pala Pentassuglia. L'equilibrio tra le due squadre è così rimasto assoluto, essendo entrambe su un piano di assoluta parità, come il campo ha dimostrato: Reggio Emilia ha vinto la prima e la quarta partita, Brindisi si è aggiudicata la seconda e la terza. Brindisi aveva in mano il colpo del k.o., era giunta con pieno e grande merito ad un sol passo dalla qualificazione alle semifinali, ma è crollata miseramente nei minuti finali dopo aver retto il confronto fino a metà gara. Infatti, a metà del 3° quarto, prima Denmon con il canestro del 36-35 e poi Mays con quello del 39-38, avevano portato Brindisi in vantaggio per la prima volta nel corso della partita, tenendo bene il confronto e lasciando sperare che potesse mantenere l'equilibrio fino ai minuti finali. Invece, al contrario di quanto seppe fare in gara-2 e in gara-3, la squadra di Piero Bucchi è progressivamente venuta meno sotto i colpi di Lavrinovic (11 punti) e Drake Diener (10 punti) andando sotto di dieci punti alla fine del 3° quarto (47-57). Poi, la superiorità di Reggio Emilia è diventata sempre più chiara ed evidente, quando un eccezionale Kaukenas (16 punti) ha creato il solco definitivo nell'ultimo quarto bastonando la difesa brindisina con tutta una serie di colpi da maestro in entrata e con il tiro da fuori.
Nulla da dire, insomma, perchè in questa partita la Grissin Bon ha dimostrato di avere qualcosa in più, almeno sul piano emotivo, rispetto a Brindisi, che, invece, aveva prevalso in occasione delle due gare vittoriose. Il punteggio finale di 62-73 sanciva così la fine di questa partita quasi a senso unico, che Brindisi aveva dimostrato di non aver saputo amministrare davanti al proprio pubblico. Stranamente, infatti, è parso che la squadra di casa abbia avuto un contraccolpo negativo dalla presenza dei propri tifosi, perchè invece, nelle due gare di Reggio Emilia, Brindisi aveva avuto un atteggiamento decisamente più positivo e brillante, riuscendo a tenere in scacco l'avversario.
Ora tutto è rimandato a gara-5 di domani sera, nuovamente nel Pala Bigi di Reggio Emilia. Bucchi ed i suoi giocatori non hanno intenzione di farsi mettere sotto e hanno promesso di dar battaglia dal primo minuto all'ultimo. Tutto può ancora accadere, anche che Brindisi si risvegli dal torpore che l'ha colpita ieri sera e sbanchi daccapo il parquet reggiano. Ce l'ha fatta già una volta, per altro con grandi meriti acquisiti. Perchè non provarci nuovamente? Ed è quanto si augurano di vedere i suoi appassionati tifosi, sperando di trovare in Taurino, Begnis e Bettini tre arbitri che facciano giocare le due squadre senza condizionamenti di sorta.



Nessun commento:

Posta un commento