lunedì 25 maggio 2015

BRINDISI E' A UN SOL PASSO DA UN TRAGUARDO PRESTIGIOSO, MA REGGIO EMILIA VUOL FAR DI TUTTO PER IMPEDIRGLIELO

Nella foto, il palasport Pentassuglia tutto vestito di azzurro

Questa sera, a cominciare dalle ore 20,50, il "catino" del palasport brindisino dedicato a big Elio Pentassuglia si trasformerà in una bolgia infernale, con la temperatura che salirà di qualche decina di gradi e con la tonalità che procurerà molti decibel in più, a causa del gran caldo e della smisurata passione del tifo brindisino per lo sport della pallacanestro. In palio tra le due contendenti Brindisi e Reggio Emilia ci sarà la conquista della semifinale dei play-off per lo scudetto tricolore, un traguardo fantastico, per il quale entrambe le società hanno lavorato intensamente in questi ultimi anni.
Brindisi ha nelle sue mani il math-point decisivo, avendo conquistato il vantaggio del 2-1 nelle tre precedenti partite. Questa sera potrebbe assestare il colpo definitivo e compiere un decisivo salto di qualità portandosi sul 3-1, che toglierebbe ai reggiani ogni ulteriore speranza. Ma non c'è da illudersi che gli avversari si facciano da parte, perchè il prestigioso traguardo è concupito allo stesso modo anche da coach Menetti e dai suoi giannizzeri, i quali faranno proprio di tutto per battere Brindisi e riportare gli equilibri complessivi alla quinta partita da giocarsi nuovamente nel Pala Bigi reggiano.
Se il confronto di sabato sera si trasformò subito in uno scontro all'arma bianca, si può facilmente ipotizzare cosa accadrà questa sera all'interno del palasport di contrada Masseriola. Sarà, insomma, una partita da evitare per i malati di cuore, perchè le emozioni che provocherà gara-4 saranno continue e pericolose per le coronarie dei presenti. Scherzi a parte, si tratterà di un nuovo confronto, duro, combattuto e intenso allo stesso modo dei primi tre, con l'unica differenza che favorirebbe subito Brindisi in caso di vittoria.
In gara-3, Brindisi riuscì a concludere l'incontro in vantaggio grazie ad un'evidente superiorità nei cinque minuti finali grazie alla prepotenza fisica di Mays e di James, ai quali si era aggiunta la classe e il gran talento di Turner. Ma Bucchi ed i suoi giocatori riuscirono anche ad imbrigliare gli avversari nei due ultimi quarti grazie ad una difesa più attenta e aggressiva nei confronti di Cinciarini e di Diener. Ora bisognerà vedere in qual modo i due tecnici riusciranno a porre rimedio ai colpi inferti dai rivali con qualche probabile variante tattica. Certo è che Bucchi e Menetti si conoscono ormai a menadito e sono davvero poche le invenzioni cui essi potranno far ricorso.
A dirigere questa bellissima e incerta partita il designatore ha deciso di inviare la terna di arbitri composta da Alessandro Martolini, Michele Rossi e Fabrizio Paglialunga. La gara verrà irradiata in diretta televisiva su Raisport 1 a cominciare dalle ore 20,40.
In un palasport dall'unico colore dominante - l'azzurro delle magliette dei tifosi brindisini - questa sera, potrebbe avvenire davvero un "miracolo" sportivo, che sarebbe epocale per Brindisi, una città piccola e tranquilla, che però si trasforma in un prodigioso laboratorio di passione, di enfasi e di entusiasmo quando si tratta di vivere le emozioni che le dona la sua squadra di pallacanestro. 




1 commento:

  1. Forza Brindisiiiiiiii!!!!!!! Faije li bozzi!! La semifinale ci aspetta!

    RispondiElimina