sabato 9 maggio 2015

A REGGIO EMILIA, BRINDISI FARA' LE PROVE GENERALI PER L'INIZIO DEI PLAY-OFF

Nella foto, Marcus Denmon, che sarà il grande assente della gara di domani a Reggio Emilia

Con la partita di domani a Reggio Emilia, l'Enel Basket Brindisi porterà a termine la stagione regolare del campionato di Lega A. Con la 30^ giornata, infatti, si esaurirà la prima parte della stagione per dare inizio ai play-off per lo scudetto tricolore. Come al solito, le prime otto squadre classificate parteciperanno alla serie lunghissima di quarti di finale, semifinali e finale, mentre due sole squadre - Caserta e Pesaro - daranno vita ad un drammatico spareggio che si esaurirà in soli 40 minuti all'interno dell'Adriatic Arena di Pesaro. La squadra vincente resterà in Lega A, la perdente, invece, conoscerà il dramma della retrocessione. Neppure il più bravo dei registi di film-suspence avrebbe potuto inventarsi un simile finale incandescente proprio tra le due contendenti che scenderanno sul parquet per affrontarsi nell'ambito dell'ultima giornata regolare di campionato.
Reggio Emilia e Brindisi, invece, domani sera, si confronteranno in una partita che probabilmente non avrà alcun valore numerico, dando per scontato il successo casalingo di Venezia sull'Orlandina ormai salva e tranquilla.
Ma la squadra reggiana dovrà comunque puntare alla vittoria contro Brindisi per non perdere l'eventuale aggancio in classifica nel caso di sconfitta di Venezia. Quest'ultima è 2^ in classifica con due punti di vantaggio sulla squadra reggiana, che è terza assoluta. Se, però, Venezia dovesse perdere e Reggio Emilia riuscisse a battere Brindisi, le due contendenti andrebbero ad appaiarsi a 42 punti. Ma ci sarebbe automaticamente il sorpasso di Reggio su Venezia, giacchè la squadra emiliana si è aggiudicata entrambi i confronti nel corso della stagione regolare, in casa e in trasferta. Così Reggio Emilia finirebbe alle spalle di Milano, al 2° posto, e Venezia scivolerebbe al 3°. Insomma, i giochi per i play-off sono tutt'altro che definiti, anzi c'è la quasi certezza di colpi a sorpresa, soprattutto per quanto potrà riguardare le ultime due posizioni, la 7^ e l'8^ piazza della classifica, con Pistoia che potrebbe creare problemi a Bologna e a Cantù, se queste due dovessero perdere.
L'Enel Brindisi, invece, è del tutto tranquilla avendo ormai messo in ghiaccio la 6^ posizione della graduatoria generale. Tutt'al più, potrebbe avere qualche sorpresa soltanto nel caso di sorpasso di Reggio Emilia ai danni di Venezia. A quel punto, Brindisi cambierebbe il suo avversario nei play-off, giacchè dovrebbe scontrarsi con Venezia, non più con Reggio Emilia. Ma questa è una situazione che difficilmente potrà realizzarsi, pur ritenendo che la palla è sempre rotonda.
Così la squadra bianco-azzurra di Piero Bucchi scenderà sul parquet del Pala Bigi reggiano soltanto per onor di firma, giusto per portare a termine il suo programma di avvicinamento ai play-off. E lo farà dovendosi privare dell'apporto di Marcus Denmon, che non si è ancora ripreso del tutto dal beffardo infortunio che lo ha colto domenica scorsa contro Milano. Il giocatore ha ripreso per fortuna ad allenarsi, ma non si sa se riuscirà a rimettersi in piedi per martedì 19 maggio, quando si darà inizio alle danze con il 1° quarto di finale.
Si giocherà alle ore 17,30, sotto la direzione della terna arbitrale rappresentata da Chiari, Biggi e Caiazza.




Nessun commento:

Posta un commento