sabato 4 aprile 2015

UN BRINDISI IN GRAN FORMA E FORTEMENTE DETERMINATO PIEGA LA GRANDE VOLONTA' DI VITTORIA DI PISTOIA



Ancora una volta sono stati James Mays e Marcus Denmon a suonare la carica ed a trascinare l'Enel Basket Brindisi ad una squillante vittoria sulla Giorgio Tesi Group Pistoia. I due moschettieri di Piero Bucchi hanno strabiliato nuovamente in questa partita, dimostrando di essere loro le due punte più acuminate del pacchetto offensivo brindisino. A loro due si è poi aggiunto negli ultimi 20' anche Jacob Pullen mettendo a segno ben 8 assist e 13 dei 16 punti totali, grazie ai quali Brindisi è riuscita a scrollarsi di dosso le "zecche" pistoiesi che non volevano saperne di mollare la presa. Infatti, alla fine del 3° quarto, Pistoia era ancora attaccata all'osso, sul punteggio di 66-60 in favore di Brindisi, spinta da un C.J. Williams splendido protagonista (19 punti) e da un motivatissimo Valerio Amoroso (13 punti e 8 rimbalzi), che sono stati gli ultimi a cedere le armi. Nell'ultimo quarto, poi, Brindisi ha cominciato a prendere il largo con le triple di Denmon, Pullen e James, che hanno stretto sempre di più la morsa in difesa con una zona dispari diventata sempre più impenetrabile e che non ha più fatto muovere come nel primo tempo gli attaccanti toscani.
Sull'entusiasmo di un pubblico strabocchevole ed esaltato dalle prodezze fantastiche di Denmon (3/5 da due punti e 7/11 da tre punti, per un totale di 27 punti) e di Mays (altra doppia-doppia, con 18 punti e 13 rimbalzi, ed è la sesta consecutiva), Brindisi ha chiuso subito i conti arrivando sul +13 con il punteggio di 84-71 con la bomba di James, tornato nuovamente alle prestazioni migliori del proprio repertorio (12 punti e 5 assist). Va ricordato, però, che ha avuto la sua importanza ai fini dell'economia del gioco anche la tripla di tabella messa a segno da Turner (76-71) subito dopo che Milbourne aveva sbagliato incredibilmente un tiro da sotto misura. Su quell'errore, poi, Brindisi ha costruito definitivamente la sua vittoria. L'89-77 finale ha così chiuso questa bellissima partita, disputata con grande vigore ed energia da entrambe le squadre, che si sono date battaglia a viso aperto soddisfacendo così le aspettative dei rispettivi tifosi. Con questo successo, Brindisi ha rafforzato ancor più il proprio ingresso nei playoff, ma è stata costretta ancora una volta al sesto gradino della classifica da un Trento incredibilmente ricco di energie, visto che la squadra di coach Buscaglia è andata a vincere addirittura in casa della Dinamo Sassari, restando a parità di punti insieme all'Enel Brindisi.

Nessun commento:

Posta un commento