sabato 18 aprile 2015

L'ITALIA DEL TENNIS SI GIOCA A BRINDISI LA FEDERATION CUP, MENTRE LA BRINDISI DEL BASKET VUOLE SBANCARE ROMA

Nella foto, Flavia Pennetta e Piero Bucchi nel palasport brindisino

La foto di Maurizio De Virgiliis - che riprende l'immagine di Flavia Pennetta insieme con coach Piero Bucchi - sia beneaugurante per il doppio impegno che, oggi e domani, lo sport brindisino sosterrà in campo nazionale e mondiale. La Pennetta e l'Italia del tennis femminile dovranno vedersela sui campi del C.T. Brindisi già nel pomeriggio odierno contro gli Stati Uniti per una nuova conquista della Federation Cup, mentre l'Enel Basket Brindisi giocherà domani a Roma contro l'Acea per la conferma della qualificazione per i play-off del basket. L'augurio di tutti gli sportivi e appassionati brindisini di tennis e di pallacanestro sarà quello di riuscire a raggiungere i rispettivi traguardi, al fine di rendere sempre più forte e presente l'identità della nostra città nel mondo dello sport nazionale e mondiale. Nel pomeriggio di oggi, si comincerà con i primi due singolari, che vedranno Camila Giorgi e Sara Errani opposte rispettivamente a Serena Williams e a Lauren Davis, convocata al posto della rinunciataria Venus Williams. Si spera soprattutto sulla possibile vittoria della Errani, in modo da pareggiare la probabile sconfitta della Giorgi, che ha l'ingrato compito di affrontare la n.1 del mondo. In tal caso, il d.t. Corrado Barazzutti potrebbe sperare di andare sul 2-1 con il doppio della coppia Pennetta-Knapp ed, eventualmente, schierare ancora la Pennetta nel 3° o 4° singolare che, a quel punto, diverrebbe decisivo per la vittoria.
Domani pomeriggio, invece, sarà la volta dell'Enel Basket Brindisi a catalizzare l'attenzione e l'interesse dei propri tifosi con il suo impegno sul parquet romano dell'Acea di coach Dalmonte. Roma deve assolutamente vincere questo confronto per sperare di superare la dura concorrenza di Pistoia, Cantù, Cremona e Bologna: cinque squadre che si batteranno per la conquista degli ultimi due posti rimasti a disposizione per la disputa dei play-off per lo scudetto, il settimo e l'ottavo. Roma è in serie positiva da quattro giornate, mentre Brindisi aveva vinto tre partite di seguito prima di farsi battere sul filo di lana sabato scorso a Trapani dall'Orlandina di coach Griccioli.
Bucchi lamenta l'assenza per infortunio di Demonte Harper e  di Michael Eric, mentre Dalmonte dovrà fare a meno di Bobby Jones, che si è fratturato un dito della mano. Sarà uno scontro durissimo, perchè, se Roma vuole vincere per conquistarsi un posto nella griglia dei play-off, Brindisi non ha ancora acquisito la certezza matematica del sesto posto. Di certo c'è che sarà una bella partita, incerta ed equilibrata fino agli ultimi secondi della gara, perchè entrambe le squadre sono in piena forma fisica e mentale. Pur senza Eric, Bucchi potrà contare sul ritorno ormai stabile di James Mays, "mister doppia-doppia", come ormai viene definito il pivot della North Carolina, con la conferma delle ultime sette partite consecutive, che gli consentono di essere il primo nella speciale graduatoria davanti all'avellinese Anosike. Il coach brindisino, poi, aggiungerà certamente altri minuti preziosi al bottino di Andrea Zerini e di Delroy James, che si alterneranno insieme con Mays per il controllo dei tabelloni. Molte speranze della vittoria dipenderanno in questa gara dalla partecipazione di Pullen e di Denmon con la precisione del loro tiro contro la difesa romana, che si prevede cercherà di riempire l'area per impedire o limitare i movimenti di Mays e dei suoi compagni nell'area pitturata, lasciando così un po' di spazi che i due cecchini dovranno cercar di sfruttare.
Si giocherà alle ore 18,15 di domani sul parquet del Palazzetto dello Sport, sotto la direzione della terna arbitrale composta da Lanzarini, Vicino e Quarta. Da Brindisi si prevede la partenza di un buon numero di sostenitori, attirati oltre tutto dalla possibilità di trascorrere una bella giornata nella città eterna. 




Nessun commento:

Posta un commento