domenica 26 aprile 2015

DOMANI BRINDISI AFFRONTERA' AVELLINO CON LA CERTEZZA DEL SESTO POSTO IN CLASSIFICA

Nella foto, "mister doppia-doppia" James Mays giganteggia sotto canestro contro Varese

E domani sera toccherà all'Enel Basket Brindisi la verifica delle proprie capacità negli ormai imminenti play-off ricevendo sul parquet del Pentassuglia la Sidigas Avellino di coach Fabrizio Frates. Il team campano rappresenta un ostacolo estremamente pericoloso per la squadra brindisina, perchè avrà la possibilità di disputare una partita senza alcun tema d'animo, senza affanni di sorta, visto che è ormai fuori da ogni gioco. Infatti, Avellino è matematicamente esclusa dai play-off e non corre alcun rischio di trovarsi impelagata in zona retrocessione, visto che l'ultimo posto sarà un argomento di esclusiva spettanza di Caserta e di Pesaro nello scontro diretto che esse avranno nell'ultima giornata della regular season che si disputerà a Pesaro. Battendo stasera Sassari in casa per 94-87, infatti, Caserta si è portata ad un solo punto di distacco dalla squadra marchigiana e il prossimo 5 maggio in Lega verrà discusso il sempre più probabile annullamento del punto di penalizzazione che divide ancora le due squadre. Appare più giusto così lasciare che sia il campo e non le carte a stabilire quale delle due debba lasciare la Lega A.
Alle ore 20:00 di domani, allora, davanti alle telecamere di mamma Rai nella diretta televisiva dal palasport brindisino, Brindisi e Avellino saranno di fronte per  la terz'ultima giornata di questa prima fase del campionato di Lega A. Piero Bucchi ha richiamato i propri giocatori a ritenere assai importante tornare alla vittoria contro questa squadra dopo le brucianti due ultime sconfitte subite contro Capo d'Orlando e Roma. Perdere anche domani significherebbe mettersi contro i propri tifosi, rimasti non poco perplessi circa la condotta dei propri beniamini. E' vero che, dopo i risultati scaturiti questa sera, Brindisi ha ormai la certezza del sesto posto in classifica e, quindi, anche quella della qualificazione ai play-off, ma bisognerà fare i conti con un Avellino che avrà assai poco da chiedere a questo campionato, se non il proposito di portare a termine con dignità la partecipazione della squadra. I giocatori bianco-verdi avranno pure addosso la preoccupazione di mettersi in luce per eventuali riconferme nel prossimo campionato o di guadagnarsi la fiducia di altre squadre in caso di mancata conferma da parte di quella attuale.
Fermo restando il momento di buona condizione fisica e tecnica di Mays e di James, sempre tra i migliori nelle ultime partite, Brindisi avrà bisogno soprattutto dell'apporto di  Pullen e di Denmon, i due esterni che hanno lasciato assai a desiderare in occasione delle ultime sconfitte mettendo in evidenza prestazioni veramente deludenti. Per sua fortuna, Bucchi ha recuperato l'apporto di Demonte Harper, che si è ripreso finalmente dall'infortunio che lo ha tenuto fuori da circa un mese e sarà certamente in campo insieme ai compagni. Michael Eric sarà in panchina con la squadra, ma non è affatto sicuro di scendere in campo.
A dirigere questa partita il designatore ha convocato la terna composta da Begnis, Baldini e Aronne. Intanto, giunge notizia che il Nanterre, la squadra che ha eliminato Brindisi dall'EuroChallenge, ha vinto la manifestazione europea battendo in finale i turchi del Trabzonspor per 64-63.



Nessun commento:

Posta un commento