giovedì 30 aprile 2015

CONTRO MILANO, DOMENICA PROSSIMA, PIERO BUCCHI DIRIGERA' LA SUA 600^ PARTITA IN SERIE A

Un time-out di Piero Bucchi sulla panchina dell'Enel Basket Brindisi

Apro questa nota con il saluto e con i migliori auguri a Piero Bucchi per la 600^ partita in serie A (339 quelle vinte) che egli si appresta a dirigere dalla panchina brindisina domenica prossima contro la sua ex squadra dell'Armani Jeans Milano. Gli auguriamo ovviamente che egli possa concluderla con una bella vittoria, così come gli accadde di fare nello scorso campionato nella gara d'esordio al Pala Pentassuglia. Sarebbe un successo che avrebbe ben poco da dire sul piano numerico, ma avrebbe, tuttavia, il potere di rilanciare ancora di più le azioni della sua Enel Basket Brindisi in vista della sfida dei quarti di finale dei play-off che essa si accinge a rivolgere contro la Grissin Bon di Reggio Emilia, la squadra che, con quasi assoluta certezza, dovrebbe incrociare mani e gambe contro la squadra di Piero Bucchi. A tal riguardo, è ormai stabilito che la gara d'esordio che vedrebbe Brindisi in lizza con Reggio Emilia si giocherà sul parquet del palasport reggiano nella giornata di martedì 19 maggio, con replica successiva due giorni dopo, giovedì 21 maggio, sempre nel Pala Bigi reggiano. 
Intanto, il pensiero ed i propositi di coach Bucchi e dei suoi assistenti Michelutti ed Esposito sono tutti rivolti ad arrivare a quel traguardo con i giocatori nelle migliori condizioni fisiche e mentali. Dopo il ritorno in squadra di Demonte Harper contro Avellino, ora i tecnici puntano a riavere in campo il più presto possibile anche Michael Eric, per il quale si aspetta soltanto il benestare del dottor Palaia per rivederlo in campo. I prossimi 15 giorni saranno così programmati per giungere al via dei quarti di play-off nella migliore condizione possibile dei dieci giocatori di Brindisi.
Domenica 3 maggio, però, ci sarà l'appuntamento con Milano, cioè la migliore occasione possibile per tastare il polso alle capacità dell'Enel Brindisi opposta alla migliore squadra del campionato, quella che raccoglie da sempre le previsioni per la conquista dello scudetto tricolore. A parte, poi, la voglia che Bucchi ha di ben figurare ogni volta che si confronta con l'Olimpia Milano, la società che non gli dette la possibilità di portare a termine il suo progetto migliore.
Milano, intanto, spaventata dalle conseguenze dell'assenza per infortunio di Daniel Hackett, si è affrettata a prendersi addirittura un terzo playmaker: non le bastavano Hackett e Ragland, ora è andata a prendersi dall'Alba Berlino anche Jonathan Tabu, ex di Cantù e di Cremona, che quasi certamente farà il suo esordio a Brindisi. Insomma, la società meneghina non vuol lasciare alcunchè d'intentato per rivincere il tricolore.
A dirigere il confronto tra Brindisi e Milano saranno Mattioli, Sardella e Lo Guzzo.
La società, infine, con un comunicato emanato in data odierna, ha reso noto che è stato aggregato alla squadra fino al termine della stagione il giocatore Marco Cardillo, ex brindisino ai tempi della serie B/1, per adibirlo nel corso degli allenamenti come supporto d'esperienza. Cardillo, che ha sposato una ragazza brindisina, è stato concesso alla società da parte della squadra di Chieti, nella quale egli aveva giocato nel corso di questo campionato.




Nessun commento:

Posta un commento