giovedì 9 aprile 2015

CAPO D'ORLANDO E BRINDISI SI BATTERANNO SUL PARQUET DI TRAPANI NELL'ANTICIPO DI SABATO

Nella foto, Andrea Zerini mentre tira da tre punti contro Pistoia
Ancora un anticipo per l'Enel Basket Brindisi rispetto al calendario della 26^ giornata (11^ del girone di ritorno) del campionato di Lega A. Mancano soltanto cinque partite alla fine della stagione regolare e Brindisi è impegnata in questo strenuo duello a distanza con la sorpresa-Trento per l'acquisizione del quinto posto in classifica. Saranno tre le volte che Brindisi si recherà in trasferta (Capo d'Orlando, Roma e Reggio Emilia) contro le sole due in casa (Avellino e Milano). Trento, invece, giocherà tre volte in casa (Pesaro, Roma e Bologna) e solo due in trasferta (Venezia e Capo d'Orlando). E' davvero bello ed entusiasmante, quindi, questo confronto tra la squadra rivelazione del torneo e il Brindisi di Piero Bucchi, che cerca la conferma del quinto posto ottenuto già nella scorsa stagione agonistica, quando si battè nel quarto di finale contro Sassari giunta quarta in classifica.
Sabato sera, allora, Brindisi sarà ospite di Capo d'Orlando sul parquet del PalaIlio di Trapani, luogo imposto come campo neutro dal giudice sportivo a seguito della squalifica del campo per due giornate comminate alla società siciliana per i disordini avvenuti alla fine della gara con Pesaro. 
L'Orlandina perde ormai da quattro giornate, soprattutto perchè ha dovuto superare gli infortuni occorsi ai suoi due anziani di qualità Soragna e Basile, la cui assenza si è fatta fortemente sentire. Sabato dovrebbe riprendere a giocare Soragna, ma coach Griccioli ha un diavolo per capello, perchè gli si è acciaccato pure il pivot Hunt. Insomma, piove sul bagnato per l'Orlandina. Ciò non significa, però, che la squadra sicula giocherà al risparmio, perchè anzi il resto dell'organico centuplicherà ancor più le proprie forze, specialmente perchè ora potrà contare maggiormente sull'apporto dei nuovi americani aggregatisi già da qualche partita, Tyrus McGee e l'ex brindisino Folarin Campbell, che va ad aggiungersi al play titolare Sek Henry, rifiutato da Brindisi per far posto a Jacob Pullen.
Brindisi, dal canto suo, sta attraversando un buon periodo di forma, con la conquista di tre vittorie consecutive su Cantù, Varese e Pistoia. Bucchi ha recuperato finalmente la migliore condizione atletica della sua squadra (il solo Harper soffre di qualche acciacco e salterà questa partita) e intende continuare su questo cammino per vincere quante più partite sarà possibile. Alla fine, si faranno i conti e si vedrà con chi ci si dovrà battere nel 1° turno dei playoff. Certo è che fa enorme piacere a tutti, ora che la squadra sta giocando al gran completo, vedere che le scelte compiute da Bucchi e Giuliani nell'estate scorsa erano quelle giuste per disputare un campionato d'avanguardia. Se la squadra non avesse accusato tutti i contrattempi subiti, potendo contare sempre sull'organico al completo, assai probabilmente adesso avrebbe potuto battersi per posizioni di classifica migliori.
Alla terna di arbitri composta da Begnis, Baldini e Ranaudo è stata affidata la direzione della gara di sabato sera tra Capo d'Orlando e Brindisi.




Nessun commento:

Posta un commento