venerdì 3 aprile 2015

BRINDISI VUOL DIFENDERE IL SESTO POSTO, PISTOIA VUOLE AD OGNI COSTO I PLAY-OFF

Nella foto di De Virgiliis, Andrea Zerini va a schiacciare contro Capo d'Orlando

Gli spettatori che assisteranno domani sera alla partita tra Brindisi e Pistoia vedranno in anteprima una coreografia del tutto particolare, organizzata dall’Associazione "Brindisi vola a canestro", che vedrà la collaborazione del tifo organizzato con il coinvolgimento di tutti i presenti. La società ha invitato tutti quanti i tifosi a vestirsi di bianco e di azzurro - vale a dire, con i colori del sodalizio brindisino - per rendere ancor più speciale il colpo d'occhio all'interno del "Pentassuglia". Venendo ora al confronto tra le due squadre dal punto di vista tecnico, si potrà essere certi che non mancherà lo spettacolo e l'interesse per la gara, che si prospetta veramente combattuta ed equilibrata, nonostante tra le due squadre vi siano sei punti di differenza in classifica a vantaggio di Brindisi. Nella gara di andata, la squadra di Piero Bucchi vinse a mani basse a Pistoia prevalendo di undici punti (70-83), con 26 punti di Pullen e 24 di Denmon. Ma il Pistoia di coach Moretti oggi è diventato tutt'altra squadra, dopo essersi rafforzato sotto canestro con l'arrivo di due lunghi di qualità, Valerio Amoroso e Tony Easley, quest'ultimo autore del canestro della vittoria di martedì scorso ai danni di Cantù proprio sul filo della sirena.
Bucchi e i suoi giocatori sanno bene di non poter sottovalutare affatto la compagine toscana, che verrà a Brindisi per vincere, consapevole che i due punti in palio le servirebbero per entrare stabilmente tra le prime otto in zona-playoff. Il successo sulla squadra di coach Sacripanti e del fuoriclasse Ron Artest ha caricato ancora di più l'entusiasmo e le ambizioni della squadra e dei suoi sostenitori.
L'Enel Brindisi, dal canto suo, è altrettanto stimolata, specie dopo aver battuto, una dopo l'altra, due "grandi" società dal passato glorioso, come Varese e Cantù, che hanno fatto insieme la storia della pallacanestro italiana negli ultimi 40 anni. Il team bianco-azzurro ha ripreso decisamente a volare più in alto dopo essersi rinfrancato dalla partecipazione assai dispendiosa all'EuroChallenge. Infatti, proprio nelle ultime due gare, si è visto subito un aspetto diverso della squadra e di alcuni suoi uomini-chiave (Mays e Denmon, in particolare), ai quali un impiego più calcolato di energie ha fatto assai bene, tanto è vero che entrambi sono stati gli autentici protagonisti del successo di Varese.
Ma è tutta la squadra che si è ritrovata come d'incanto. Basta andare a vedere le prestazioni di giocatori come Zerini e Harper, Turner e Cournooh, per rendersi conto che Brindisi è tornata subito quella squadra che aveva disputato un girone d'andata davvero speciale.
A dirigere la partita tra Brindisi e Pistoia sarà la terna di arbitri composta da Roberto Chiari, Maurizio Biggi e Fabrizio Paglialunga. Come per tutte le altre partite, il fischio d'inizio sarà posticipato alle ore 20,30 di domani sera.


Nessun commento:

Posta un commento