lunedì 15 dicembre 2014

ERIC ARRIVA A BRINDISI STASERA, MA DOMANI NON GIOCHERA' IN EUROCHALLENGE CONTRO ULM

Michael Eric con la maglia di Temple University

La 10^ giornata di campionato è stata davvero positiva per le sorti dell’Enel Basket Brindisi. Almeno tre risultati sono stati favorevoli per la squadra di Piero Bucchi, perché hanno determinato una buona svolta in classifica in vista della qualificazione per le Final Eight di Coppa Italia. Infatti, la sconfitta interna di Cremona ad opera di Pesaro, insieme a quella di Venezia con Reggio Emilia e a quella esterna di Bologna a Masnago, hanno sistemato nel migliore dei modi  la graduatoria della Lega A, accorciandola nettamente e rafforzando ancora di più la posizione di Brindisi. Ora si aspetta anche il risultato del posticipo di questa sera nel confronto di Trento tra la squadra di coach Buscaglia e il Sassari. In caso di vittoria della squadra di casa, si avrebbero tre squadre a 12 punti, appunto con Sassari, Brindisi e Trento, mentre una vittoria esterna di Sassari permetterebbe alla squadra di Meo Sacchetti di salire a 14 punti, lasciando Brindisi da sola a quota 12. Davanti a queste due squadre, invece, vi sono ben tre formazioni al 1° posto della graduatoria con 16 punti: Reggio Emilia, Milano e Venezia. Insomma, una classifica ancora assai ristretta, con Brindisi saldamente posizionata al 5° posto e ben disposta a crescere ancora nelle prossime giornate.
Intanto, questa sera, alle ore 22,40, arriverà all’aeroporto Papola di Brindisi Michael Eric, il pivot nigeriano di origine, che ha preso il posto di Cedric Simmons. Già domani stesso, il 26enne centro americano si sottoporrà alle rituali visite mediche presso l’ambulatorio di Medicina dello Sport della ASL di Brindisi, diretto dal dottor Dino Furioso. Lo attenderanno, poi, a braccia aperte coach Bucchi e il preparatore atletico Marco Sist, per studiarne le condizioni di forma, anche se non dovrebbero esserci problemi di natura fisica visto che Eric ha appena terminato di giocare con Palenefsiniakos, una squadra partecipante al massimo campionato greco .
Intanto, nella tifoseria brindisina non si sono ancora smaltiti gli effetti ultrapositivi della vittoria ottenuta sabato scorso a Pistoia. E’ piaciuta tanto ai sostenitori di fede bianco-azzurra l’autorità, ma pure la  determinazione con cui Pullen ed i suoi compagni hanno superato il duro scoglio rappresentato da Pistoia. Non era facile battere i toscani di Paolo Moretti, che provenivano da due vittorie di prestigio su Roma e Cantù, due “grandi” del campionato, anche se al momento risultano alquanto attardate in classifica. Pullen si è presentato in grande spolvero sul parquet toscano dimostrando finalmente di avere quelle qualità di tutto rispetto che potranno servire a Brindisi per battersi per le posizioni di prestigio della classifica. In terra di Toscana, per altro, Brindisi ha dimostrato di avere la difesa più forte del campionato con 72,2 punti subiti a partita.
Domani sera, poi, a partire dalle ore 20,45, l’Enel Brindisi scenderà nuovamente sul parquet del Pentassuglia per affrontare la gara di ritorno con la squadra tedesca del Ratiopharm Ulm, già battuta all’andata per 77-76. Una vittoria con qualsiasi punteggio promuoverebbe Brindisi alla fase successiva in vista della finale a 16 squadre.

Nessun commento:

Posta un commento