giovedì 4 dicembre 2014

BRINDISI REGOLA GLI OLANDESI DEL DEN BOSH E SALE IN TESTA ALLA CLASSIFICA DEL GIRONE



La "ola" finale vissuta da tutto il pubblico presente nel palasport Pentassuglia, alla quale hanno preso parte anche i tifosi olandesi, è stato forse il momento più bello ed emozionante della partita tra gli Shoeters di Hertogenbosh e l'Enel Basket Brindisi, disputata davanti a circa 3000 spettatori. Tra tutti questi sportivi vi erano anche ragazzi di alcune scuole medie della provincia e di una scuola di Racale, un paese del Leccese. All'uscita dal palazzetto abbiamo parlato con alcuni di questi bambini e li abbiamo sentiti davvero entusiasti di questa esperienza, assolutamente nuova per loro, che ora saranno certamente pronti a voler ripetere. La bellissima foto di Annarita Saracino, supertifosa del Brindisi Basket Club, che la riprende insieme ad un tifoso olandese, illustra meglio di ogni altra testimonianza, lo spirito che ha animato i tifosi delle due parti nel corso di tutta la gara. Questo documento deve valere come esperienza ed insegnamento da trasmettere a tutti i giovani che vogliono vivere o avvicinarsi al mondo dello sport, quello pulito e scevro da ogni mistificazione. Ma veniamo ora alla gara disputata ieri sera tra le due squadre, vinta con pieno merito per 76-62 dall'Enel Brindisi sugli olandesi del Den Bosh.
Tranne che nel primo quarto, vinto dagli avversari per 22-21, Brindisi li ha poi regolati con grande continuità, guidati abbastanza bene in regia da Pullen e Denmon, che si sono alternati a Bulleri e ad Harper. E' stata la grande serata dei due pivot Simmons (11 punti)  e Mays (14), perchè i compagni hanno saputo servirli nei pressi del canestro con giochi efficaci e profondi, studiati bene da coach Bucchi, il quale li ha saggiamente alternati nel corso della gara, facendoli addirittura giocare insieme nell'ultima frazione, mettendo Mays in post 4 e Simmons in 5. Ma Bucchi si è divertito pure a mettere in campo e a provare vari quintetti, visto che non c'era assolutamente la possibilità per gli olandesi di creare difficoltà a Brindisi, tale e tanta era la differenza tecnica e atletica tra le due squadre. Il punteggio è variato a seconda delle scelte di Bucchi, arrivando fino al +19 (63-44), ad inizio dell'ultimo quarto, che ha rappresentato il massimo vantaggio accumulato dai brindisini. Insomma, questa partita di EuroChallenge ha rappresentato un ottimo allenamento per Brindisi in vista del durissimo confronto di sabato 6 dicembre (alle ore 20,30 l'inizio della gara), quando sul parquet del Pentassuglia scenderà il Varese di Gianmarco Pozzecco per la 9^ giornata di campionato.
Questa partita ha pure rappresentato l'ingresso ufficiale e più visivo dello sponsor "Cantine Due Palme" di Cellino S.Marco nella grande famiglia della New Basket Brindisi. Addirittura, in mattinata, la squadra olandese, insieme ai propri tifosi, ha visitato e gustato le prelibatezze offerte dallo sponsor e ricavate dalle nostre terre, restandone veramente estasiata ed entusiasta.

Nessun commento:

Posta un commento