martedì 18 novembre 2014

DOMANI IN GERMANIA L'ENEL BRINDISI CERCA IL RISCATTO DOPO LA DISFATTA DI CREMONA



Alle 19,30 di domani, Ratiopharm Ulm ed Enel Basket Brindisi si troveranno di fronte per il 3° turno di EuroChallenge. Come dire, Germania contro Italia di pallacanestro, pur se il livello tecnico delle due squadre non sarà proprio il migliore in assoluto. Per una città di provincia come Brindisi, tuttavia, questa partita rappresenterà un ottimo biglietto da visita della propria realtà geografica, sia dal punto di vista tecnico, sia da quello sociale. Mai prima d'ora Brindisi era salita così in alto nella sfera dei valori cestistici nazionali. Motivo per il quale i tifosi brindisini si sono mossi in gran bel numero per assistere da vicino alla prova della propria squadra e per far sentire il loro tifo ai propri beniamini, in un momento non proprio eccellente a causa degli infortuni e dei numerosi cambiamenti all'interno del roster. Brindisi è arrivata a Ulm con la volontà di reagire alla pesante sconfitta di Cremona, fidando sulla presenza di Simmons, ma soprattutto sullo spirito di gruppo che a Cremona era venuto meno quasi completamente. Coach Bucchi sta lavorando intensamente per trovare appena possibile il collante che dovrà servire a innervare la squadra, a tenerla insieme e a renderla assai più compatta di quanto si sia visto nelle due ultime partite con Venezia e con Cremona.
Si è visto, infatti, quanto sia necessario ed impellente l'apporto di un regista, del playmaker che deve prima di tutto far giocare la squadra e, nello stesso tempo, comprendere i valori individuali dei propri compagni per metterli nelle condizioni di esprimere per intero tutto il proprio potenziale. Proprio per questo motivo, Marino, Bucchi e Giuliani hanno deciso di cambiare Henry con Pullen, che dovrebbe - secondo le aspettative - cambiare il volto della squadra rendendolo più vivace e aggressivo sia nella fase difensiva che in quella offensiva. Questa sera, pur se Pullen non sarà della partita, si vedrà se Brindisi dimostrerà carattere e volontà al cospetto della squadra tedesca, che riverserà sul campo di gioco tutta la propria forza e la voglia di prendersi i due punti.

2 commenti:

  1. Scusa Pompeo se ti correggo, ma giochiamo domani.
    Ettore

    RispondiElimina
  2. Hai ragione, Ettore, ho già rimediato. Quando si va di fretta, accadono questi svarioni.

    RispondiElimina