mercoledì 12 novembre 2014

BRINDISI SUPERA SENZA OSTACOLI I KINGS DI SVEZIA, MA ASPETTA JACOB PULLEN, IL NUOVO PLAYMAKER

Un'intensa espressione di Jacob Pullen

Brindisi ha conseguito stasera la sua prima vittoria in un campionato europeo e lo ha fatto vincendo a piene mani contro la squadra campione di Svezia, la Sodertalje Kings, battendola con 21 punti di scarto (90-69) in un palasport pieno di gente e di entusiasmo. Neppure il maltempo, che ha imperversato su Brindisi per tutta la giornata, ha impedito agli sportivi brindisini di disertare questo prestigioso appuntamento, volendo essi stare vicini alla squadra e vivere insieme ai propri giocatori un'esperienza fantastica come questa dell'Eurochallenge. Brindisi ha vinto senza alcuna difficoltà il confronto con la squadra capolista del campionato svedese, tenendola sempre sotto controllo e pigiando sull'acceleratore appena riusciva a trovare la misura giusta. Parrà strano forse, ma i migliori giocatori brindisini in campo sono stati proprio Dejan Ivanov e Sek Henry, vale a dire i due elementi che probabilmente lasceranno il posto rispettivamente a Cedric Simmons e a Jacob Pullen, appena la società sarà riuscita a perfezionare i loro due contratti. Dispiace, da un lato, perchè si tratta certamente di due buoni giocatori, che stavano entrando gradualmente in forma, ma, a tale riguardo, il presidente Marino è stato più che convincente a fine partita, quando ha dichiarato ad un network locale che "la situazione di squadra aveva bisogno di un ulteriore potenziamento, in base ai traguardi che la società si è prefisso.
Vogliamo fare un altro passo in avanti, come stiamo facendo di anno in anno da quattro anni in qua, e avevamo necessità di potenziarci ancora per conseguire un posto tra le grandi squadre di questo campionato. A parte Milano, infatti, vogliamo provare a stare insieme a Sassari, a Reggio Emilia e a Cantù, che si sta rinforzando anch'essa. Poi, alla fine, tireremo i conti".
Più che alle difficoltà rappresentate stasera sul campo dalla squadra svedese, allora, tifosi e cronisti si sono divertiti a cercare di avere notizie concrete su Pullen, che dovrebbe essere ormai l'ultimo acquisto brindisino in ordine di tempo. Ancora Marino lo ha in pratica confermato:"E' come se ci fossimo fidanzati e promessi, noi e Pullen. In definitiva, siamo in attesa di una mail che ci dovrebbe arrivare da un momento all'altro. Ma non vogliamo che ci capiti qualcosa del tipo di Orlando Johnson, che all'ultimo momento decise di cambiare le carte in tavola".
A parte Simmons, quindi, che dovrebbe esordire certamente domenica prossima a Cremona, Brindisi potrebbe presentarsi anche con la novità costituita dal nuovo playmaker, sul cui pedigree nessuno può profferire verbo contrario senza essere tacciato di "ignoranza cestistica certificata". Pullen ha giocato negli ultimi tre anni prima a Biella, l'anno dopo a Bologna-sponda Virtus e quest'anno aveva iniziato con Barcellona, salvo poi ritrovarsi appiedato per incomprensioni con la società.
Se Pullen dovesse per davvero arrivare a Brindisi, sarebbe veramente un ottimo affare per la società e per la squadra, visto che la misura dell'asticella salirebbe senza alcun dubbio di parecchi centimetri.

Nessun commento:

Posta un commento