lunedì 3 novembre 2014

BRINDISI CELEBRA OGGI IN OLANDA, A HERTOGENBOSCH, L'ESORDIO ASSOLUTO IN EUROCHALLENGE

Nella foto, la squadra di Reggio Emilia esulta dopo la conquista europea dell'Eurochallenge

Il gran giorno è arrivato. Questa sera, alle ore 20, Brindisi farà il suo esordio assoluto in un campionato europeo, quello dell’Eurochallenge. Certo, non è il prestigioso torneo della Coppa dei Campioni, è un campionato leggermente inferiore, ma è pur sempre una manifestazione in cui Brindisi rappresenterà il nostro Paese in campo europeo. Il sorteggio ha voluto che l’Enel Basket Brindisi capitasse nel girone A, in compagnia degli olandesi del SPM Schoeters Den Bosch, degli svedesi del Sodertalje Kings e dei  tedeschi del Ratiopharm Ulm. E sarà proprio contro la squadra olandese che Bucchi ed i suoi giocatori scenderanno in campo, nella città di Hertogenbosch. Degli olandesi si sa ben poco essendo un campionato non molto seguito dai media nazionali, ma di certo non mancherà l’impegno che coach Bucchi chiederà ai propri giocatori. 
Purtroppo, come già nelle ultime due partite di campionato, mancherà ancora una volta James Mays, il pivottone americano, partito in tromba nelle due gare con Pesaro e a Caserta – due doppie-doppie nelle due partite disputate -, ma che ha dovuto fermarsi a causa di una distorsione ad una caviglia. Con lui in campo sarebbe stata certamente una storia ben diversa da vivere. Toccherà ancora ad Andrea Zerini e a Dejan Ivanov il duro compito di non farlo rimpiangere. Sarà una buona occasione, comunque, per vedere nuovamente in campo i nostri portacolori, oltre che per raggiungere ancora una migliore intesa tra i giocatori ed il tecnico. Non va dimenticato, infatti, che, al suo ritorno, Brindisi dovrà affrontare una gara assai rischiosa contro l’Umana Reyer Venezia di coach Recalcati, una delle avversarie più titolate del campionato in corso, attualmente a parità di punti con Brindisi e seconde, in compagnia di altre squadre, dietro la capolista solitaria Sassari, dopo che questa sera l’Armani Milano si è fatta battere (69-73) in Campania da un Avellino pimpante e assai determinato.

Nessun commento:

Posta un commento