sabato 25 ottobre 2014

DOMANI SI RINNOVERA' ANCORA UNA VOLTA LA RIVALITA'' SPORTIVA TRA SASSARI E BRINDISI

Marcus Denmon in un bel jump contro Sassari

Tra poco più di 24 ore Sassari e Brindisi saranno nuovamente di fronte per dar vita ad un nuovo confronto, ad un’altra occasione per rendere ancor più viva e palpitante la storia di questa rivalità sportiva tra le due belle e interessanti realtà cestistiche. Fino ad oggi sono state appena dieci le volte in cui Sassari e Brindisi si sono affrontate, con un margine abbastanza netto di 7 a 3 in favore dei sardi, che hanno potuto arricchire e spostare dalla loro parte la bilancia grazie a quel 3-0 del play-off della scorsa stagione. Oggi le due squadre si sono profondamente rinnovate, molti dei protagonisti di quel quarto di finale sono stati sostituiti da nuovi giocatori. I primi sintomi di questa nuova stagione hanno presentato la squadra di coach Sacchetti con un sensibile margine di vantaggio su quella del suo rivale Piero Bucchi.
Sassari si è decisamente rinforzata sotto i tabelloni con l’arrivo di Shane Lawal e Todic, due lunghi di qualità, ma poi ha sostituito assai bene la partenza dei cugini Diener con due play di grande spessore come Dyson e Sosa, e una point-guard eccellente come Logan. Brindisi, invece, ha ancor più rivoluzionato il proprio roster acquistando finalmente un pivot di ruolo e di stazza rispettabile con Mays, ma pure play e guardie parecchio sconosciuti, ma che portano con sé il marchio-Giuliani, ormai stabilmente riconosciuto simbolo di prodotti di qualità.
La classifica odierna vede Sassari e Brindisi appaiate al primo posto in buona compagnia, con due vittorie per ciascuna. Domani sera, una delle due sarà fatalmente due punti avanti  all’altra, ma sarà un episodio marginale visto che il campionato è appena iniziato e deve ancora passare del tempo prima di esprimere delle sentenze assolute. Comunque, l’autorità con cui Sassari è passata sul campo minato di Pistoia, come pure ha fatto Brindisi su quello di Caserta, autorizzano dei primi, positivi giudizi sul futuro immediato delle due contendenti. Sassari, soprattutto, si è costituita squadra di primo livello e di grandi ambizioni, come è stato pure ampiamente dichiarato dagli osservatori più qualificati, che la ritengono addirittura in grado di contendere a Milano il primo posto nello schieramento dei play-off per lo scudetto. Brindisi è partita, invece, con propositi meno roboanti lasciando che sia poi il campionato a dire la sua sulle qualità effettive della squadra. In effetti, al momento, essa è una delle incognite più autorevoli, soprattutto perché molti suoi giocatori sono sconosciuti ai più e nessun esperto si sente in grado di esprimere giudizi affrettati, che potrebbero essere smentiti prima o dopo. Sta di fatto che, questa sera, alle ore 20,30, nel posticipo della 3^ giornata di campionato, sarà davvero interessante riscontrare gli esiti che verranno fuori da questo durissimo confronto tra Sassari e Brindisi.
Intanto, nella tarda serata di ieri, è giunta la gradita notizia del rinnovo della sponsorizzazione di Enel per altri tre anni, fino al 2017. Ovviamente, questa notizia fa salire di molto l'entusiasmo di dirigenti, giocatori, tecnici e tifosi, i quali leggono in questa scelta del main-sponsor Enel la volontà di continuare a sostenere il basket a Brindisi.


Nessun commento:

Posta un commento