sabato 27 settembre 2014

BRINDISI BATTE ROMA IN GRAN RIMONTA E DOMANI SI GIOCHERA' LA FINALE A PORTO S.GIORGIO

Andrea Zerini, qui proiettato in lay-up con Pesaro nello scorso campionato

Brindisi batte Roma con un gran finale in rimonta e con un 8-0 di parziale, ma deve dire grazie ad Andrea Zerini, capace di arpionare un gran rimbalzo d'attacco su tiro sbagliato di Harper e conseguente realizzazione da sotto (58-56) a una manciata di secondi dalla fine. E' così terminata in bellezza questa partita per Brindisi, quando Roma pensava già di aver vinto a un minuto dal termine sul punteggio di 52-56 in proprio favore. Ma lì è scattato qualcosa d'importante nei meccanismi d'attacco della squadra di Piero Bucchi, perchè il giovane Ayers si è liberato a canestro con un'entrata prepotente, seguita dal fallo aggiuntivo della difesa (2+1), mettendo dentro il canestro della parità (56-56). Questa circostanza favorevole a Brindisi ha mandato in tilt la manovra dell'Acea Roma, che non è più riuscita ad andare a canestro, soprattutto perchè la difesa brindisina ha retto abbastanza bene nei secondi finali, scombinando la manovra offensiva degli avversari. Sul 58-56 per Brindisi, poi, un fallo di D'Ercole ha mandato in lunetta Marcus Denmon, che ha messo dentro il 2/2 chiudendo la gara sul 60-56 e dando così modo all'Enel Brindisi di battersi nella finale di domani del 5° Torneo della Calzatura contro la vincente tra Pesaro e Pistoia.
Non è stata affatto una bella partita, come si è potuto vedere dallo streaming della gara che Basket Brindisi ha mandato in onda sul suo blog da Porto S.Giorgio. E' stata una gara assai nervosa, piena di errori soprattutto in fase di palleggio e di passaggio da parte di entrambe le squadre, che comunque si sono battute con grande impegno cercando di superarsi in ogni modo. Ha prevalso un grande equilibrio, tanto che i distacchi tra le due formazioni sono sempre stati assai contenuti, fino a quando Brindisi è riuscita a trovare il bandolo della matassa e ha così battuto i rivali di sempre.

Nessun commento:

Posta un commento