domenica 28 settembre 2014

PISTOIA VINCE CON PIENO MERITO A PORTO S.ELPIDIO BATTENDO UN BRINDISI ANCORA INCOSTANTE

Marcus Denmon al tiro nel recente Memorial Pentassuglia

La Giorgio Tesi Group Pistoia si è aggiudicato la 5^ edizione del Torneo della Calzatura di Porto S.Elpidio battendo in finale l'Enel Basket Brindisi per 72-67. La squadra toscana, allenata ancora da Paolo Moretti ha vinto con pieno merito questa partita dimostrando di essere un buon complesso, solido e fortemente motivato dal proprio allenatore. Pur se ha cambiato molto rispetto alla scorsa edizione, Moretti è già riuscito ad amalgamare il gruppo, a capo del quale ha messo quel Daniele Cinciarini che ha dimostrato negli ultimi anni di saper guidare assai bene una squadra di Lega A a Montegranaro. Ed è stato proprio Cinciarini a tenere la squadra compatta, specie quando Brindisi ha avuto nel finale di 3° quarto, sul 53-48 in suo favore, la possibilità di portarsi decisamente avanti, ma una tripla del cecchino Czerapowicz l'ha ricacciata indietro (55-56) sul fischio della sirena. 

sabato 27 settembre 2014

BRINDISI BATTE ROMA IN GRAN RIMONTA E DOMANI SI GIOCHERA' LA FINALE A PORTO S.GIORGIO

Andrea Zerini, qui proiettato in lay-up con Pesaro nello scorso campionato

Brindisi batte Roma con un gran finale in rimonta e con un 8-0 di parziale, ma deve dire grazie ad Andrea Zerini, capace di arpionare un gran rimbalzo d'attacco su tiro sbagliato di Harper e conseguente realizzazione da sotto (58-56) a una manciata di secondi dalla fine. E' così terminata in bellezza questa partita per Brindisi, quando Roma pensava già di aver vinto a un minuto dal termine sul punteggio di 52-56 in proprio favore. Ma lì è scattato qualcosa d'importante nei meccanismi d'attacco della squadra di Piero Bucchi, perchè il giovane Ayers si è liberato a canestro con un'entrata prepotente, seguita dal fallo aggiuntivo della difesa (2+1), mettendo dentro il canestro della parità (56-56). Questa circostanza favorevole a Brindisi ha mandato in tilt la manovra dell'Acea Roma, che non è più riuscita ad andare a canestro, soprattutto perchè la difesa brindisina ha retto abbastanza bene nei secondi finali, scombinando la manovra offensiva degli avversari. Sul 58-56 per Brindisi, poi, un fallo di D'Ercole ha mandato in lunetta Marcus Denmon, che ha messo dentro il 2/2 chiudendo la gara sul 60-56 e dando così modo all'Enel Brindisi di battersi nella finale di domani del 5° Torneo della Calzatura contro la vincente tra Pesaro e Pistoia.

martedì 23 settembre 2014

L'ENEL BRINDISI E' IN PARTENZA PER I TORNEI DI PESARO E PORTO S. ELPIDIO

Piero Bucchi al lavoro con i propri giocatori

Domani l'Enel Basket Brindisi si metterà in viaggio per Pesaro, dove giovedì sera l'attenderà il confronto con la squadra locale nell'ambito del Torneo dedicato al mai dimenticato Alphonso Ford. Si tratta di una partita secca, a due squadre, Brindisi contro la Consultinvest Pesaro, la cui precedente edizione fu vinta proprio dalla squadra brindisina di Piero Bucchi. Si tratterà certamente di un buon confronto, contro una squadra la cui società sta facendo i salti mortali per restare in carreggiata, sempre allenata da coach Sandro Dell'Agnello, capace, nella scorsa stagione, di salvarla da una retrocessione che tutti avevano ormai pronosticato a metà campionato. Fu proprio a Brindisi, nell'ultima di campionato, che Pesaro colse a sorpresa i due punti che le servirono per conquistare un'incredibile salvezza. Per di più - evento strano e veramente inatteso - va ricordato che nella gara di esordio del campionato del 12 ottobre prossimo, Brindisi e Pesaro si ritroveranno nuovamente di fronte sul parquet del Pentassuglia, per rinnovare un duello che soltanto negli ultimi due campionati ha perso molto del vigore agonistico che caratterizzava il famoso "derby dell'Adriatico".

domenica 21 settembre 2014

L'ENEL BRINDISI TIRA FUORI LA GRINTA E SUPERA NETTAMENTE L'ETERNA RIVALE SASSARI NEL MEMORIAL PENTASSUGLIA

Il pivot James Mays schiaccia prepotentemente a canestro

Per la quarta volta consecutiva l'Enel Basket Brindisi si è aggiudicata la coppa del "Memorial Elio Pentassuglia"- BMW Cup. E anche questa volta in finale se l'è vista con l'eterna rivale Banco di Sardegna Sassari, superandola abbastanza nettamente (72-60) in un confronto sempre aperto e combattuto. Brindisi era appena alla sua quarta partita di preparazione, mentre Sassari aveva già nelle gambe una decina di uscite. Il lavoro di Piero Bucchi e dei suoi collaboratori si è cominciato già a vedere in modo evidente, soprattutto nella versione difensiva, che resta sempre la migliore specialità del tecnico bolognese di Brindisi. Far segnare appena 60 punti ad una squadra a forte proiezione offensiva come il Sassari di Meo Sacchetti non è davvero cosa di poco conto. Come poi ha dichiarato a fine partita, nascondendo a stento la propria soddisfazione, Bucchi si è detto felice soprattutto per l'aspetto difensivo della gara dei propri uomini, lui che è sempre stato buon sostenitore della tesi che il miglior attacco deve partire sempre dalla difesa. Infatti, con una partenza prepotente in difesa, la squadra brindisina ha imposto il proprio gioco agli avversari, tramutando in ottimi canestri in contropiede e in transizione i palloni sottratti agli avversari.

lunedì 15 settembre 2014

A SASSARI SI E' VISTO UN BRINDISI ANCORA A CORTO DI FIATO; INTANTO, IL PRESIDENTE MARINO PRESENTA GLI SPONSOR DEL PROSSIMO CAMPIONATO

Marcus Denmon è stato il miglior giocatore di Brindisi a Sassari

Come era facilmente prevedibile, al torneo di Sassari, l'Enel Basket Brindisi ha pagato lo scotto del ritardo di preparazione. Tutte e tre le altre squadre erano evidentemente più preparate atleticamente, perchè avevano nelle gambe almeno dieci giorni in più di lavoro e, di conseguenza, di partite e di intesa tra di loro. Tutto sommato, quindi, questo esordio è stato assai utile e proficuo per la squadra di Piero Bucchi, il cui maggiore proposito era ed è quello di inserire e di amalgamare il gruppo, nel quale vi sono da una parte sei americani nuovi che si sono conosciuti a Brindisi per la prima volta, e un terzetto di "vecchi" giocatori composto da James e Zerini, con l'aggiunta di capitan Bulleri - per il momento ancora non giocatore - che debbono fare da chaperon e da chiave d'ingresso per i compagni. In entrambe le gare la squadra ha retto bene la gara per almeno tre quarti, lasciandosi poi andare soltanto nel finale, quando le gambe e il cervello non erano più connessi e andavano ognuno per conto proprio. 

sabato 13 settembre 2014

TORNEO "CITTA' DI SASSARI", SUBITO DI FRONTE SASSARI E BRINDISI

Nella foto, Delroy James supera il sardo Caleb Green con un bel lay-up

Comincia stasera la nuova stagione agonistica per l'Enel Basket Brindisi, attesa a Sassari dal Banco di Sardegna nella prima delle due serate del Torneo "Città di Sassari", intitolato a Mimì Anselmi. Dopo il primo incontro, che vedrà opposte alle ore 18 le due formazioni straniere dei turchi del Galatasaray di Istanbul e dei russi del Lokomotiv Kuban, alle ore 20,30 scenderanno sul parquet del Pala Serradimigni i padroni di casa della Dinamo Sassari, guidati sempre da coach Meo Sacchetti, contro i brindisini di coach Piero Bucchi. A differenza dei due organici, che hanno effettuato parecchi cambi nei rispettivi roster, le due squadre hanno confermato i rispettivi allenatori, dimostratisi ancora una volta capaci di competere ad alto livello non solo nel campionato italiano ma anche in quello europeo. 

giovedì 11 settembre 2014

BRINDISI SI ALLENA A PORTE APERTE E I TIFOSI VEDONO PER LA PRIMA VOLTA LA PROPRIA SQUADRA

Un'immagine della presenza del pubblico che ha assistito all'allenamento dell'Enel Basket Brindisi

Erano circa 500 gli aficionados dell'Enel Basket Brindisi che hanno presenziato alla seduta di allenamento che coach Bucchi e il preparatore atletico Sist hanno allestito per dar modo ai tifosi brindisini di vedere per la prima volta la propria squadra impegnata in un allenamento serio e completo. Brindisi avrebbe dovuto prender parte all'incontro di Trani con Napoli (squadra di DNA), ma l'impegno è saltato a causa dei numerosi infortuni che avevano colpito i giocatori napoletani.
E così Bucchi, Michelutti e Sist hanno dovuto inventarsi un 5 vs. 5 in famiglia per offrire ai propri tifosi l'occasione di vedere finalmente all'opera i propri beniamini, dei quali ben sette saranno nuovi.
Ha iniziato prima Sist con la sua seduta atletica di tecnica individuale, poi ha proseguito Bucchi con esercizi di pick and roll 4 vs. 4, e poi finalmente un bel 5 vs. 5 a tutto campo. Nel frattempo, capitan Bulleri si esercitava a parte con lavoro di ripetute, con scatti a bordo campo con arresto sulla gamba infortunata.

lunedì 1 settembre 2014

L'ENEL BASKET BRINDISI PRENDE IN PROVA CAMERON AYERS PER IL RUOLO DI ALA PURA

Cameron Ayers

L’Enel Brindisi ha ingaggiato in prova Cameron Ayers, un rookye di talento, proveniente dalla Bucknell University, per il ruolo di ala piccola. Lo hanno confermato oggi pomeriggio in conferenza stampa il presidente dell’Enel Basket Brindisi Fernando Marino e il general manager Alessandro Giuliani. “Non è detto che sia lui, ma anche che non sia lui il tassello mancante”, ha dichiarato subito dopo Marino, che poi ha proseguito ancora: “Nel ruolo di 3 non vogliamo sbagliare. Vogliamo presentarci in grande spolvero alla supercoppa italiana. Potremmo anche tesserare un giocatore a tempo determinato per la supercoppa e/o per l’inizio del campionato. Potrebbe arrivare anche un giovane lungo italiano che potrebbe rimanere qui nel corso dell’anno, ma che ora è in trattativa con una squadra di B2. Ho chiesto a Bucchi e Giuliani di comporre una squadra fatta di uomini che danno sempre il 100%. Mi gratifica sentire parlare di Brindisi come di una big del campionato. Obiettivi dell’anno prossimo: nessun giocatore ha firmato il premio salvezza. Nessuno verrà qui a vivacchiare. Difficile ripetere quello fatto l’anno scorso, ma vogliamo ben figurare ed essere tra le prime otto squadre alla fine dell’andata,  centrare i playoff e magari superare un turno".