domenica 24 agosto 2014

ALEXANDER CZYZ NON E' GUARITO E ORA RISCHIA IL TAGLIO

L'ala-pivot Alexander Czyz

La notizia più importante che tutti i seguaci dell'Enel Basket Brindisi si aspettavano di leggere sui media di oggi era quella che domani, lunedì 25 agosto, si desse inizio alla preparazione estiva della squadra, subito dopo le rituali visite mediche portate a termine dal medico sociale, dottor Peppino Palaia. Ma, invece, come un fulmine a ciel sereno, è venuta fuori all'improvviso la notizia che non ci si augurava affatto: quella del  quasi certo "taglio" di Alexander Czyz, il lungo polacco, divenuto ormai americano di residenza e di abitudini di vita, che Alessandro Giuliani aveva deciso di portare a Brindisi dopo averlo a lungo valutato sia nel campionato di due stagioni fa con la maglia dell'Acea Roma, sia dopo averlo seguito nel cammino compiuto quest'anno nella D-League statunitense. Il verdetto emesso dal dottor Palaia è di quelli che non ammettono repliche, purtroppo, perchè ha confermato sostanzialmente i dubbi emersi dopo l'infortunio - uno strappo di 2° grado - che Czyz aveva subito all'inizio dell'estate quando era stato impiegato con la nazionale polacca.
Le valutazioni sanitarie cui Czyz è stato sottoposto non hanno convinto Palaia e i suoi più stretti collaboratori, motivo per il quale quasi certamente il giocatore verrà sostituito da un altro pivot. Brindisi, quindi, sarà costretta a tornare sul mercato, dove per altro Giuliani è ancora impegnato per la ricerca dell'ala piccola. Ora dovrà starci un po' più a lungo per questa improvvisa defezione di Czyz, anche se il giemme veronese ha ancora a disposizione un lungo elenco di nomi tra i quali egli potrà scegliere il n.4-5 da affiancare al pivot Mays.          
Comunque, da domani mattina, il gruppo composto da capitan Bulleri, Zerini, James, Cournooh, Henry e da alcuni giovani virgulti dei vivaio, cominceranno a lavorare agli ordini di coach Piero Bucchi e del preparatore atletico Marco Sist. All'appello mancano i tre americani Mays, Richardson e Denmon, che si aggregheranno alla squadra nei prossimi giorni, oltre all'ala piccola e all'eventuale sostituto di Czyz. Tutta la prima fase del lavoro verrà svolta proprio da Sist alternando gli esercizi  fisici sull'anello della pista di atletica della Masseriola o sul campo sportivo del Casale.

2 commenti:

  1. La notizia di cziz girava già ieri sera indiemr a richardson....mi chiedo caro Pompeo...ma se visite mediche si effettuassrro al momento dell'accordo come avbiene in gran parte delle società gorse qcs sarebbe cambiata? Stesso guaio capitò von monroe ed altri chr tutti riordiamo...

    RispondiElimina
  2. Far arrivare un giocatore americano a Brindisi soltanto per sottoporlo a visite mediche e magari alla firma del contratto, per poi tornarsene negli States, quanto verrebbe a costare alle società?
    Ti saluto,
    Pompeo Barbiero

    RispondiElimina