lunedì 25 agosto 2014

DEYAN IVANOV E DEMONTE HARPER DENTRO, FUORI CZYZ E RICHARDSON: QUESTE LE SCELTE DELL'ENEL BASKET BRINDISI

Demonte Harper
Dejan Ivanov
Fuori Alexander Czyz e Jeremy Richardson, dentro Dejan Ivanov e Demonte Harper. Queste sono state le grandi e inattese decisioni assunte ed annunciate oggi pomeriggio dalla società dell'Enel Basket Brindisi per bocca del general manager Alessandro Giuliani nel corso di un'infuocata e interessante conferenza stampa convocata in tempi brevissimi all'interno della sala stampa del palasport Pentassuglia. Insomma, un'autentica, improvvisa e inattesa rivoluzione è scoppiata all'improvviso nella giornata odierna in Contrada Masseriola. Quando si pensava che la società brindisina stesse in gravi difficoltà a causa delle defezioni di due giocatori importanti come Czyz e Richardson, con un colpo d'ala rapidissimo e inatteso, Giuliani ha spiazzato tutti i presenti, dimostrando di essere per davvero un "superman" del mercato della Lega A, per altro riconosciutogli ufficialmente alla fine dello scorso campionato dagli stessi dirigenti ed allenatori.
"Morto un papa, se ne fa un altro": questo è il motto al quale evidentemente Giuliani ha dimostrato di rifarsi. E ci viene, anzi, del tutto spontanea una valutazione immediata, se si vanno a confrontare le capacità di gioco e le statistiche ufficiali esibite dai quattro giocatori in questione.

domenica 24 agosto 2014

ALEXANDER CZYZ NON E' GUARITO E ORA RISCHIA IL TAGLIO

L'ala-pivot Alexander Czyz

La notizia più importante che tutti i seguaci dell'Enel Basket Brindisi si aspettavano di leggere sui media di oggi era quella che domani, lunedì 25 agosto, si desse inizio alla preparazione estiva della squadra, subito dopo le rituali visite mediche portate a termine dal medico sociale, dottor Peppino Palaia. Ma, invece, come un fulmine a ciel sereno, è venuta fuori all'improvviso la notizia che non ci si augurava affatto: quella del  quasi certo "taglio" di Alexander Czyz, il lungo polacco, divenuto ormai americano di residenza e di abitudini di vita, che Alessandro Giuliani aveva deciso di portare a Brindisi dopo averlo a lungo valutato sia nel campionato di due stagioni fa con la maglia dell'Acea Roma, sia dopo averlo seguito nel cammino compiuto quest'anno nella D-League statunitense. Il verdetto emesso dal dottor Palaia è di quelli che non ammettono repliche, purtroppo, perchè ha confermato sostanzialmente i dubbi emersi dopo l'infortunio - uno strappo di 2° grado - che Czyz aveva subito all'inizio dell'estate quando era stato impiegato con la nazionale polacca.

sabato 16 agosto 2014

MARCUS DENMON E' LA NUOVA GUARDIA DELL'ENEL BASKET BRINDISI

Marcus Edward Denmon
Marcus Edward Denmon è un giocatore dell’Enel Basket Brindisi. Lo ha comunicato la società di contrada Masseriola con un dispaccio delle 10,54 di oggi, precisando di aver ingaggiato per la prossima stagione sportiva il giocatore statunitense, nato il 20 marzo 1990 a Kansas City (Missouri), ruolo guardia, statura cm. 191, peso kg. 84. Qui di seguito, pubblichiamo per intero il comunicato della società. “Nell’NCAA, Denmon  ha giocato con i Missouri Tigers dal 2008 al 2012, migliorandosi di anno in anno fino a diventare il primo terminale offensivo della squadra. Nell’ultima stagione in 35 partite ha realizzato di media eccellenti statistiche: 17,6 punti – 5 rimbalzi – 2,1 assist – 1,5 palle recuperate - 40.7% da 3 punti. Terminata la carriera al college, è stato scelto al secondo giro dall’ NBA col n. 59 nel draft 2012 dai San Antonio Spurs. Nello stesso anno inizia la sua carriera europea partendo da Chalon (Francia). L’anno successivo si trasferisce al Tofas Bursa (Turchia) dove fa registrare alcune prestazioni da incorniciare, come i 31 punti contro Mersin e Selcuk ed anche i 26 punti contro il blasonato Fenerbahce Ulker .

lunedì 11 agosto 2014

TRA L'ENEL BASKET BRINDISI E L'ALA PICCOLA ORLANDO JOHNSON MANCA SOLTANTO LA FIRMA

Nella foto, Orlando Johnson realizza in lay-up sotto gli occhi di Gigi Datome nella partita tra Pacers e Pistons

Viene ormai dato quasi per scontato che la nuova ala piccola dell'Enel Basket Brindisi - il n.3, come si chiama in gergo tecnico - sarà Orlando Johnson, il 25enne giocatore che la triade composta da Giuliani, Bucchi e Nicolai ha visionato in varie partite delle recenti Summer League di Las Vegas e di Orlando. Per arrivare a Johnson, essi hanno deciso di lasciare da parte uno come Demonte Harper che pure piaceva alla dirigenza brindisina. Ma, evidentemente, Johnson ha quel qualcosa in più che ha convinto decisamente gli osservatori dell'Enel Brindisi a puntare su di lui. Del resto, questo ragazzo fa parlare bene di sè con quelle cifre che nel basket contano moltissimo: 96 partite disputate in NBA, delle quali 89 con la maglia degli Indiana Pacers e 7 con quella dei Sacramento Kings; e poi una media-partita di 10 minuti giocati, con la realizzazione di 3,2 punti a partita e con l'aggiunta di 4 rimbalzi. Queste cifre, però, sono lievitate ancor più nelle recenti gare di Summer League ed è stato proprio a quel punto che Johnson è stato prescelto.