giovedì 31 luglio 2014

E' ORMAI IMMINENTE L'ARRIVO A BRINDISI DELLA COMBO-GUARD DEMONTE HARPER

Demonte Harper in jump con la maglia n. 22 di Morehead State University

Gli ultimi rumors di un mercato assai vivace e movimentato danno per ormai imminente l'arrivo a Brindisi di Demonte Harper, combo-guard di ruolo, alto m. 1,93 per kg. 80 di peso. Il 25enne giocatore USA di Nashville, dello stato del Tennessee, proviene dalla squadra bielorussa del Tsmoki Minsk, dopo le esperienze con il Cibona Zagabria di due anni fa e nella D-League del 2012-13, e dopo essere uscito dal college all'Università del Morehead State, nel Kentucky. Harper  ha avuto una stagione fantastica in Bielorussia con medie di 29,2 minuti giocati, di 10,1 punti segnati, 4,1 rimbalzi, 3,1 assist per partita. Si tratta di un giocatore in possesso di una grande fisicità, difficile da contenere per gli avversari, assai forte in difesa e dotato di notevole velocità nel gioco in campo aperto, nonchè buon tiratore dalla media e lunga distanza. Insomma, se pensiamo che Harper nel prossimo campionato avrà al suo fianco Sek Henry, un altro giocatore con le sue medesime caratteristiche, con l'aggiunta di essere in più un regista, possiamo dire per davvero che nella prossima stagione Brindisi avrà un settore degli esterni di ottimo livello, specie se poi a questo binomio d'eccezione aggiungiamo un duo di grande rilievo con Massimo Bulleri e David Cournooh.
E' assai probabile che l'annuncio ufficiale dell'ingaggio di Harper avvenga nelle prossime ore, visto che il direttore generale Giuliani avrebbe già definito le ultime clausole che legheranno il giocatore all'Enel basket Brindisi per la prossima annata sportiva. Se ciò accadrà, come ci si augura, resterà da perfezionare soltanto l'acquisto dell'ala piccola titolare, che ha già in Jeremy Richardson il suo sostituto naturale. Insomma, a quanto pare, a differenza degli anni scorsi, appare ormai certo che l'inizio della preparazione al prossimo campionato Piero Bucchi comincerà a farlo a ranghi completi fin dal primo giorno dei lavori.
Intanto, appare sempre più probabile la possibilità che il brindisino Marco Giuri firmi per la Victoria Libertas Pesaro di coach Dell'Agnello. Per il figlio di Enzo Giuri sarebbe un gran bel traguardo approdare in serie A, sia pure a Pesaro e non nella squadra della sua città.

4 commenti:

  1. Non le sembra che, per una guardia, definire "stagione fantastica" un'annata chiusa con 10 punti segnati sia un'esagerazione? Tra l'altro in un campionato non eccelso...Credo che a questa squadra manchino punti nelle mani e anche il tiro da 3: Harper, almeno dalle statistiche, non sembra un realizzatore, così come Henry e James (l'unico vero tiratore è Richardson). C'è l'incognita Mays che non sappiamo cosa potrà dare, visto che ha quasi sempre giocato in campionati di bassissimo livello. Spero che l'acquisto dell'ala piccola colmi quella che a mio avviso sono vistose lacune (punti e tiro 3). Saluti

    RispondiElimina
  2. Caro Anonimo, fin da quando seguo il basket, mi è stato insegnato a giudicare la prestazione di un giocatore non soltanto dai punti segnati, ma anche da tutte quelle statistiche (difesa, rimbalzi, palle recuperate, assist, ecc.) che la compongono complessivamente. Tra l'altro, Giuliani ha definito Harper come un grandissimo difensore, forse (ancora non l'abbiamo visto) più bravo che come attaccante. E poi, c'è un'altra considerazione da fare: Bucchi non ama molto le prestazioni individuali, perchè, alla fine di una partita, va a fare la somma dei punti segnati da nove-dieci giocatori. E non gli piace quando uno segna 35 punti e gli altri ne assommano 25-30 in quattro-cinque. Insomma, quello che voglio dire penso tu lo abbia compreso: anche se Harper dovesse segnare 10 punti a partita, potrebbe pure aver giocato una partita fantastica perchè ha assommato anche tante altre statistiche ugualmente importanti. Aspettiamo a giudicare questa squadra dopo averla vista giocare almeno una volta. Chissà, potremmo esserci sbagliati a valutarla piena di lacune. Ciao, ti saluto.

    Pompeo Barbiero

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Probabilmente Bucchi non amerà tanto le prestazioni individuali, ma l'anno scorso con Lewis e Snaer che non arrivavano a 20 punti di media e, più volte, in conferenza stampa si lamentava del poco "tasso tecnico" dei giocatori, a parte Dyson. Comunque, concordo con lei sul fatto di verificare la squadra sul campo, ma, per me, una guardia/ala piccola con tiro da 3 e punti nelle mani serve come il pane.

      Elimina
  3. Probabilmente potrebbe essere proprio la guardia prossima ad arrivare a Brindisi. Ne sono convinto, perchè anche i ciechi si sono resi conto nello scorso campionato che a Lewis e Snaer mancava proprio quella caratteristica essenziale che distingue un campione da un giocatore troppo discontinuo e carente di carisma. Ciao, mio caro Anonimo!

    RispondiElimina