venerdì 18 luglio 2014

DELROY JAMES INVIA IL SUO ARRIVEDERCI AI TIFOSI BRINDISINI CON IL TWEET "SONO TORNATO"

Delroy James guardato a vista dai senesi Hunter, Ress e Carter

Manca soltanto l'ufficialità da parte di contrada Masseriola, ma quel "Sono tornato" comparso in un tweet della tarda serata di ieri ha aperto il cuore alla speranza di tutti gli appassionati brindisini di pallacanestro. Anticipando il tradizionale dispaccio societario, Delroy James ha voluto trasmettere ai suoi tifosi la propria soddisfazione, mista a gioia e felicità, per aver rinnovato il contratto che dovrebbe legarlo probabilmente per i prossimi due anni ancora all'Enel Basket Brindisi e all'intera città che egli ha imparato ad apprezzare e forse pure ad amare. E sì, perchè ormai il legame che stringe Brindisi a Delroy James ha stretto ancor più i nodi che avvincono la città al suo giocatore più amato e apprezzato nella scorsa stagione. James è stato l'anima vera della squadra, il suo trascinatore più veritiero, ancor più del fuoriclasse Dyson, che pure ha saputo suscitare l'ammirazione di tutti i supporters brindisini. Ma Delroy non ha mai tradito le speranze della "torcida" bianco-azzurra. Anche quando gli avversari riuscivano a frenarne gli impeti e a smorzarne gli entusiasmi, James non si è mai arreso e ha continuato a lottare con identica determinazione o con una clamorosa stoppata al di sopra dell'anello o con una prepotente schiacciata delle sue o con un rimbalzone terrificante. 
James e Zerini si sono rivelati i veri trascinatori della squadra, i tamburini che suonavano per primi l'assalto al Fort Apache avversario e incutevano preoccupazione negli oppositori con la grinta spianata che li ha sempre contraddistinti. Zerini, insieme a capitan Bulleri, è stato il primo ad essere confermato da parte della società, anche perchè vincolato da un lungo contratto. Due italiani di quel valore andavano subito riconfermati, secondo i piani di coach Bucchi. Ma pure James era stato posto tra i maggiori "desiderata" societari per il rinnovo, tanto è vero che il giemme Giuliani aveva proposto subito una buona offerta al suo agente, proprio per anticipare i tentativi che poi si sono susseguiti da parte di varie società (tra cui Avellino) per strapparlo a Brindisi. Ed è a questo punto che si è visto quanto James ci tenesse a restare ancora in bianco-azzurro accontentandosi di un significativo e meritato ritocco al proprio ingaggio. 
La conferma di James darà ora la stura alle scelte successive, soprattutto a quelle dei tre extracomunitari, per i ruoli ancora scoperti del quintetto di partenza: quello della guardia, quello dell'ala piccola e, il più importante ed atteso di tutti quanti, quello del pivot. Giuliani, Bucchi e Nicolai stanno visionando attentamente vari giocatori partecipanti al Summer League di Las Vegas dopo quello di Orlando. Di qui ad una settimana, al massimo, dovrebbero già essere in grado di esprimere i verdetti definitivi.
Intanto, è ufficiale la notizia dell'acquisto di Craig Callahan da parte di Varese. L'ex giocatore brindisino farà così il suo esordio in Lega A e avremo il piacere di rivedere a Brindisi, nella prossima stagione, il giocatore che regalò la Lega A all'Enel Basket Brindisi in gara-4 a Pistoia con la tripla della vittoria.

Nessun commento:

Posta un commento