sabato 10 maggio 2014

SASSARI E BRINDISI SI CONTENDONO IL QUARTO POSTO IN CLASSIFICA



Il presidente di Brindisi, Nando Marino
Il presidente di Sassari, Stefano Sardara
C'è un feeling sempre più stretto che avvolge ormai le due squadre di Sassari e di Brindisi, eterne rivali, ma, nello stesso tempo, legate da forte amicizia e stima reciproca. I rispettivi presidenti, Stefano Sardara e Nando Marino, entrambi giovani, buoni amici, dirigenti ambiziosi e propositivi, rappresentano assai bene l'immagine di queste due società che hanno compiuto il medesimo cammino, prima dominando in Legadue e poi assestandosi nel migliore dei modi anche nella serie maggiore. Ora si sono infilate, con pieno diritto, nella cerchia delle "grandi" della Lega A e vogliono sedersi accanto alle società che hanno fatto la storia del basket italiano - Milano, Siena, Cantù, Roma, Varese - con le quali hanno combattuto a viso aperto e senza timori di sorta, spesso prevalendo e sopravanzandole in classifica.
Il caso ha voluto che Sassari e Brindisi debbano trovarsi, per l'ennesima volta, di fronte nei quarti di finale per lo scudetto, l'un contro l'altro armati e vogliosi di superarsi. Ma, prima di farlo in sede di play-off, esse si fronteggeranno ancora per la "stagione regolare" del campionato, e questo confronto sarà decisivo per la classifica, perchè sarà essa a decidere a quale delle due spetterà il quarto posto della graduatoria. La quarta classificata, infatti, avrà un duplice vantaggio sulla quinta: il primo, perchè essa potrà vantare il diritto di disputare in casa propria la "bella" al meglio delle cinque partite; il secondo, poi, perchè acquisirà di diritto la possibilità di iscriversi e di partecipare nel prossimo campionato all'EuroLeague, cioè alla Coppa dei Campioni d'Europa. La quinta classificata, invece, potrà prender parte soltanto all'Euro Challenge.
Nel pomeriggio di domani, quindi, a partire dalle ore 18:00, lo scontro tra Sassari e Brindisi infuocherà le due tifoserie, soprattutto quella sassarese, che renderà una bolgia infernale il Pala Serradimigni, cercando di trascinare i propri beniamini alla conquista di quel quarto posto, al quale Brindisi non intende ancora rinunziare a cuor leggero. Per superare la squadra di Bucchi, infatti, Sassari dovrà vincere necessariamente, ma dovrà farlo anche con un punteggio finale di almeno nove punti (nella gara dell'andata, Brindisi vinse per 89-80), lasciando poi che la classifica avulsa la confermi vincitrice grazie alla migliore differenza-canestri complessiva rispetto a Brindisi.
Brindisi dovrà ancora rinunziare all'infortunato Michael Snaer, mentre Sassari ha recuperato Travis Diener. Paternicò, Martolini e Di Francesco saranno gli arbitri che dirigeranno il confronto tra Sassari e Brindisi.
La gara non verrà irradiata sui teleschermi giacchè, per effetto della contemporaneità di tutte le otto partite, Raisport-1 avrà la visione esclusiva TV mandando in onda da Pistoia in diretta il confronto-spareggio tra Pistoia e Caserta. Si potrà seguire la partita in diretta soltanto tramite la radiocronaca di Ciccioriccio oppure collegandosi al sito internet di Legabasket.it.


Nessun commento:

Posta un commento